Siamo entrati nella settimana del primo E-prix stagionale in Arabia Saudita con due gare che saranno spalmate tra sabato e domenica. Oggi parliamo del team BMW.

Manca davvero poco alla partenza della sesta stagione del campionato di Formula E, con il primo appuntamento previsto per il prossimo week-end in Arabia Saudita. L’E-Prix di Dir”iyya darà il via al mondiale 2019/2020 e si articolerà su due gare tra sabato e domenica. La scorsa settimana abbiamo parlato delle neo-partecipanti Mercedes e Porsche ed oggi andiamo a scoprire un altro team tedesco, la BMW i Andretti Motorsport. La casa bavarese ha confermato in squadra Alexander Sims, mentre Antonio Felix da Costa si è trasferito alla DS Techeetah ed è stato rimpiazzato da Maximilian Gunther, ex Dragon Racing.

La BMW ha debuttato ufficialmente nella serie ”full electric” lo scorso anno, dopo aver fornito assistenza al team Andretti due stagioni or sono. Nel 2018 è stata presentata la nuova vettura appartenente alla Gen2, la iFE.18. che ha debuttato nei test di Valencia. Il campionato è stato concluso al quinto posto assoluto tra i costruttori dopo un inizio spumeggiante, visto che proprio in Arabia Saudita il portoghese Felix da Costa ottenne la pole position ed immediatamente la prima vittoria del marchio in questa categoria.

Il 9 settembre scorso è stato annunciato il cambio di piloti che abbiamo anticipato in precedenza, con Gunther che si è presentato alla stampa molto soddisfatto per l’opportunita fornitagli da BMW Motorsport: ”Sono felicissimo di far parte di questa squadra, è davvero fantastico. Hanno lottato a lungo per il titolo lo scorso anno dopo aver vinto la prima gara e per questo si tratta di un grande passo in avanti per me. Con la BMW iniziai la mia carriera in monoposto nel 2011 gareggiando nella Formula BMW Talent Cup, dunque è un’occasione importante per il mio futuro”.

Il suo compagno di squadra Sims è stato invece confermato il mese successivo: ”Nel mio anno da rookie ho avuto la possibilità di apprendere moltissime cose – ha affermato il britannico – ”Ci sono stati molti alti ma anche diversi bassi e voglio massimizzare quello che ho imparato per crescere assieme al team. La competizione sarà più dura con delle squadre nuove quest’anno ma la sfida che ho in Formula E è molto stimolante e voglio ottenere dei buoni risultati”.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: