Continua il nostro viaggio all’interno dei team della serie che scatterà nel fine settimana. Parliamo della DS Techeetah campione del mondo in carica con Jean-Eric Vergne e che schiera anche il nuovo arrivato Antonio Felix da Costa.

A pochi giorni dalla partenza della stagione 2019/2020 della Formula E prosegue il nostro viaggio nella presentazione dei team partecipanti. Abbiamo trattato i nuovi arrivi di Mercedes e Porsche per poi spostarci sulla BMW ed è ora arrivato il turno della squadra campione in carica, vale a dire la DS Techeetah che ha portato a casa gli ultimi due mondiali piloti con Jean-Eric Vergne ed anche quello a squadre l’anno passato. Al fianco del francese è stato schierato l’esperto Andrè Lotterer nel passato più recente, ma dopo il passaggio in Porsche del tedesco si è deciso di puntare su Antonio Felix da Costa, vincitore con la BMW in Arabia Saudita nel 2018.

La storia della Techeetah nasce nel 2016, quando al termine della seconda stagione viene acquisito il Team Aguri, con Vergne e Ma Qing Hua che vengono ingaggiati come piloti titolari. Il cinese ha un andamento scadente e viene appiedato dopo tre appuntamenti, sostituito dall’ex Sauber in Formula 1 Esteban Gutierrez. I cambiamenti non sono finiti, in quanto anche il messicano cede il proprio volante al francese Stèphane Sarrazin. La prima annata è comunque positiva, mentre la seconda e la terza si rivelano trionfali. La Techeetah punta nuovamente sul powertrain Renault e Lotterer viene assunto come titolare accanto al confermatissimo Vergne. A Santiago del Cile i due mettono a segno la prima doppietta della serie ”full electric”, con il francese che ottiene altre tre vittorie a Punta del Este, Parigi ed in gara 2 a New York portando a casa il titolo piloti. Il costruttori viene invece vinto dall’Audi Sport team ABT.

Il 2018/2019 vede il debutto del powertrain DS e dunque la Techeetah modifica il proprio nome aggiungendo il marchio di proprietà della Citroen davanti a quello originale del team. Debutta la Gen2 delle monoposto elettriche con la presentazione della E-TENSE FE19 che fatica ad inizio campionato. Vergne si sblocca solo al sesto appuntamento di Sanya, per poi ripetersi a Monaco ed a Berna. Tutto si decide a New York che assegna nuovamente l’iride a Jean-Eric che diventa il primo bi-campione della breve storia della Formula E. Come anticipato in precedenza, al posto di Lotterer è stato ingaggiato Felix da Costa, mentre Vergne mantiene saldamente il proprio sedile con il quale andrà a caccia del tris per entrare definitivamente nella storia della categoria.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: