Verstappen Pirelli – Era il 2006, ben 17 anni fa quando si è disputata l’ultima stagione di Formula 1 con più di un fornitore di gomme per le monoposto delle varie scuderie, da allora si è passati prima attraverso l’epoca del monopolio Bridgestone e poi per il monopolio Pirelli, che dura ancora oggi e si appresta a vivere un periodo d’oro per l’azienda italiana. Nel corso di un’intervista però Verstappen ha fatto presente come l’assenza di concorrenza nel mercato delle gomme per la formula 1 possa non portare al massimo livello di qualità possibile, l’olandese si è cosí spiegato:

F1 Verstappen Baku
F1 Verstappen Pirelli

“So benissimo che quando c’è una guerra di pneumatici chi ci lavora si spingerà agli estremi ricorrendo davvero a tutto ciò che hanno in termini di risorse. Quando però questo confronto non c’è, si tende a prendersela comoda. Non fraintendetemi, i costi restano molto elevati, ma non hai bisogno di trovare altri due o tre decimi”.

In particolare il due volte campione del mondo si è detto abbastanza insoddisfatto per quanto riguarda i pneumatici da bagnato, una delle sfide più difficili da affrontare per Pirelli:

Sono abbastanza sicuro che sia possibile fare di più, ma immagino che basterebbe avere semplicemente qualche discussione in più con loro. Non voglio essere negativo perché sono molto felice di lavorare con la Pirelli per trovare pneumatici più competitivi, e penso davvero che saranno in grado di rendere migliori le corse con la pioggia. Chissà, magari ne parleremo molto presto. Io voglio solo dare una mano perché loro sono in Formula 1 da molto tempo ed è fantastico dato che sono un grande marchio che ha investito molto sulla F1, ma possiamo fare di meglio. Tutti vogliono fare di più, le squadre e spero anche loro, perché è questo l’obiettivo”.

Insomma un pensiero da insaziabile corridore quale risulta essere sempre stato Max Verstappen.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: