Il britannico ha terminato davanti a tutti l’ultima sessione del 2019. Incidente per la Ferrari del monegasco con il pilota che è uscito incolume dall’abitacolo.

Si è ufficialmete conclusa la due giorni di test per le gomme Pirelli sul tracciato di Abu Dhabi. La Mercedes ha fatto l’en plein dominando anche nelle prove post-GP con Valtteri Bottas al top ieri e George Russell che ha preceduto la concorrenza nella giornata odierna. Il britannico ha girato in 1’37”204, arrivando a pochi millesimi dal miglior tempo assoluto del finlandese. Ben 145 le tornate inanellate dall’ex campione di Formula 2 che si è concentrato sullo sviluppo delle coperture 2020. Alle sue spalle troviamo la Ferrari di Charles Leclerc, accreditato di un 1’37”401 prima dell’incidente.

Il lavoro del monegasco e del Cavallino si è concluso in netto anticipo rispetto alla concorrenza proprio a causa del brutto impatto avvenuto a circa un paio d’ore dal termine della sessione. La SF90 è uscita di pista alla Curva 14 ed ha toccato le barriere con la parte posteriore, danneggiando ovviamente l’ala e forse la trasmissione. Per questo motivo gli uomini della Ferrari hanno evitato di intervenire chiudendo anticipatamente il programma, con Leclerc che ha comunque completato 103 passaggi sui circa 130 prefissati. Nessun problema per il pilota che è uscito con le sue gambe dall’abitacolo ed ha prontamente raggiunto il paddock. L’incidente ha causato una lunga bandiera rossa.

Tornando alle prestazioni, il terzo tempo è stato ottenuto da Lance Stroll con la Racing Point in 1’37”999. Alle spalle del canadese troviamo la Toro RossoHonda del francese Pierre Gasly, seguito a sei decimi dalla McLaren di Carlos Sainz. In sesta posizione c’è Esteban Ocon che ha concluso due giorni di duro lavoro per prendere confidenza con la Renault e si è piazzato davanti alla Red Bull targata Honda di Alexander Albon. Il thailandese ha chiuso in anticipo il proprio lavoro a causa di un problema tecnico sulla sua monoposto. Ottava l’Alfa Romeo Racing di Antonio Giovinazzi seguito dalla Williams di Nicholas Latifi. In chiusura la Haas di Pietro Fittipaldi e Roy Nissany, che si è alternato in giornata con Latifi sulla vettura britannica.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: