A Monza la Ferrari SF1000 si presenta con un pacchetto già provato nelle libere di Spa e senza particolari aggiornamenti. Si tratta di un semplice adattamento al tracciato.

In settimana si era parlato di un pacchetto di aggiornamenti preparato dalla Ferrari per il Gran Premio d’Italia previsto a Monza, ma in realtà non vedremo nulla di tutto ciò. Dalle prime foto di Albert Fabrega che arrivano dai box, si scorge semplicemente quanto si era visto nelle prove libere di Spa. Stiamo parlando infatti di leggeri aggiornamenti dovuti alla configurazione del circuito. Il flap posteriore è chiaramente più stretto e, nel tentativo di trovare più velocità in rettilineo, il team di Maranello ha rimosso il nolder sull’ala.

Piccole differenze anche sull’ala anteriore, ma anche in questo casa si tratta di flap leggermente più distanziati l’uno dall’altro per tentare di ottenere meno resistenza all’avanzamento. Insomma, la classica quanto ormai scontata prova di tappare le magagne della monoposto senza portare un pacchetto di aggiornamenti vero e proprio. La Mercedes si era presentata in Belgio con dei grossi step di sviluppo, relativi ai bardgeboards ed alle alette presenti sulla scocca nella parte che si dirige verso il muso. Nel box del Cavallino si susseguono fiumi di parole, ma la realtà è che poi di concreto in pista si porta poco o nulla. Per Monza la Ferrari si prepara ad un’altra gara in difesa simile a quella di una settimana fa, nella speranza che per il Mugello qualcosa inizi a muoversi. Ma vista la velocità di reazione alle difficoltà questa speranza appare più simile ad un’utopia.

Foto Cover Matthew Somerfield

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: