Dal Gran Premio d’Italia previsto a Monza, non sarà più possibile utilizzare il Party mode in qualifica. La Mercedes si ritroverà penalizzata o è tutto un bluff? Proviamo a scoprirlo.

Il primo dei tre GP che verranno disputati nel nostro paese è ormai alle porte. Alle 11 di domani infatti, saranno al via le prime prove libere del Gran Premio d’Italia, che per la prima volta nella storia è chiuso al pubblico a causa dell’emergenza Coronavirus. Sarà senza dubbio un gran peccato vedere il circuito brianzolo senza quei fiumi di tifosi che sin dalle prime ore del venerdì affollavano le tribune, ma già al Mugello avremo la possibilità di vedere 3000 spettatori al giorno. Una delle grandi novità previste per Monza è l’abolizione del Party Mode, tramite una direttiva della FIA volta a penalizzare la Mercedes.

La W11 sta infatti demolendo gli avversari in questo mondiale, con Lewis Hamilton che ha portato a casa 5 vittorie in 7 gare, mentre Valtteri Bottas ha fatto suo l’appuntamento inaugurale in Austria. Le frecce nere hanno cannibalizzato il campionato soprattutto in qualifica, dove in condizioni normali hanno sempre fatto 1-2 rifilando distacchi abissali alla concorrenza. Il segreto di tutto ciò sta ovviamente nel poter contare su una mappatura da qualifica particolarmente spinta, in grado di generale un tot di cavalli in più che fanno la differenza.

Specifichiamo che anche Renault, Honda e Ferrari dovranno togliere il famoso bottone magico, ma sicuramente andranno a perdere in maniera minore rispetto allla Mercedes. Questo non significa comunque che il gap verrà colmato totalmente, dal momento che la superiorità tecnica di Brackley resta importante. Per fare un esempio, andiamo a ricordare il Q1 di Spa. Nella prima fase di qualifica,  le frecce nere non tirano fuori tutta la cavalleria disponibile, eppure Hamilton ha girato in 1’42”323, rifilando 8 decimi a Max Verstappen.

Con l’ausilio del Party mode, la Mercedes è poi scesa sino ad un 1’41”252, staccando di mezzo secondo la Red Bull targata Honda. Tutto ciò dimostra che con grande probabilità Mercedes proseguirà le sue parate al sabato, con gli altri che al massimo saranno in grado di ridurre leggermente il gap. La Ferrari potrebbe essere il team in grado di beneficiare maggiormente della direttiva, essendo quella che ha sofferto di più in queste qualifiche iniziali.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: