F1 – La Haas non è esattamente la scuderia che lotta per il mondiale costruttori, questo lo sappiamo, ma ad inizio stagione sembrava poter capitalizzare bene i punti, mentre ora, dopo il GP di Miami, si ritrova con soli 15 punti, tutti guadagnati da Magnussen, Schumacher in questa classifica si ritrova a quota 0, e non è certo un mistero che il team principal Steiner non ne sia affatto soddisfatto:

Formula 1 Steiner
F1 Steiner

“Non direi che ha compiuto un grande progresso in inverno. Quest’anno ha un riferimento ed è il motivo per il quale abbiamo ripreso Kevin: sappiamo cosa può fare.

È un buon pilota e, adesso che Mick ha un riferimento, deve semplicemente arrivare a quel livello. Lo sa e può farlo, ci riuscirà a un certo punto, ci auguriamo il prima possibile perché ci piacerebbe che ottenesse punti anche lui.”

Anche a Miami Schumi jr era vicino alla zona punti, mancata però a pochi giri dalla fine per un contatto in concorso di colpa con Vettel, e nessuno e certamente contento di questo, ma non va dimenticato che Schumacher ha avuto un solo anno di apprendistato in Formula 1 ed è stato nel 2021 quando la Haas era praticamente una certezza di ultima fila, quando insomma non aveva nemmeno davvero qualcuno con cui lottare (a differenza di quest’anno)

“Sta maturando e quest’anno gli ho detto come, più in alto saremo, più l’aria diventerà leggera: si farà sempre più difficile con le posizioni più alte in classifica nelle quali saremo. Non è facile entrare in zona punti, c’è molta gente e team validi, speriamo riesca a ottenere presto i primi punti” ha concluso Steiner.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: