I problemi di affidabilità che hanno colpito i motorizzati Honda e Ferrari potrebbero obbligare i due team a scontare delle penalità in griglia.

Nel weekend del GP di Miami la Ferrari non ha introdotto alcun upgrade di rilievo sulla F1-75, che con ogni probabilità sarà aggiornata massicciamente a Barcellona. Tuttavia, in Florida Charles Leclerc ha montato per la prima volta la Power Unit numero 2 della stagione, dopo che ad Imola la Scuderia di Maranello aveva dovuto effettuare la stessa operazione in via precauzionale sulla vettura di Carlos Sainz. Alla quinta gara dell’anno, dunque, entrambi i piloti della Rossa hanno già iniziato le rotazioni tra il primo e il secondo motore stagionale, e lo stesso vale per Alfa Romeo ed Haas. Dato che le Power Unit a disposizione di ogni squadra sono solo tre per campionato, le possibilità che i motorizzati Ferrari debbano scontare una penalità si fanno sempre più realistiche.

F1 Miami Leclerc

Michael Schmidt di Auto Motor und Sport riporta infatti che Mattia Binotto ha rivelato che la Scuderia di Maranello ha ottenuto dalla FIA la possibilità di modificare la sua Power Unit per un problema di affidabilità già noto da diverso tempo, e quindi ha pianificato di anticipare l’introduzione del secondo propulsore stagionale. Inoltre, secondo quanto affermato dal giornalista tedesco, il motore Ferrari avrebbe un potenziale nettamente superiore rispetto a quello attuale. Tuttavia, il team non può ancora sprigionarlo poiché ancora preoccupato da eventuali rotture. Poiché ha introdotto anticipatamente la seconda Power Unit stagionale, la Scuderia di Maranello avrebbe inoltre deciso di posticipare l’introduzione del sistema ibrido aggiornato al momento in cui monterà il terzo motore.

Infine, la testata tedesca ha rivelato che con ogni probabilità, secondo alcuni ingegneri della Mercedes, questo piccolo contrattempo obbligherà la Rossa ad utilizzare più di tre propulsori quest’anno e, dunque, a scontare una pesante penalità in griglia di partenza. Questo piccolo handicap, tuttavia, non riguarderà solo i motorizzati Ferrari: è verosimile che anche le vetture spinte dalla Power Unit Honda, tra cui la Red Bull, saranno costrette ad andare oltre il limite di componenti ammesse dal regolamento.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: