La Ferrari nel 2023 vuole finalmente svoltare, anche perché ormai il titolo mondiale costruttori manca dal 2008, quello piloti dal 2007. Dopo la disastrosa gestione Binotto, al timone arriva Frederic Vasseur, con il duro compito di risanare i pezzi evidentemente rotti dovuti soprattutto alla questione mai messa in chiaro su prima e seconda guida. Su questo aspetto, infatti, sono state tante le polemiche che hanno riguardato per lo più Charles Leclerc e le continue discussioni con Binotto.

Peter Windsor, ex team manager della Scuderia di Maranello crede che tutto questo non accadrà con Vasseur.

“Il rapporto tra Leclerc e Sainz era squilibrato, perché Binotto puntava più su Carlos – ha detto Peter Windsor su TwitchGli piaceva il suo modo di fare e lo ascoltava molto. Quando Carlos ha detto “Questa macchina ha troppo sottosterzo a bassa velocità”

“Charles ha replicato dicendo “Sì, ma si può rimediare, non vogliamo danneggiare la trazione migliorando l’anteriore”, e in quella situazione ho capito che Binotto propendeva per lo spagnolo. Credo che questo non accadrà più, Vasseur sa che Leclerc è un pilota serio, sa che avrà un vantaggio su Sainz nei momenti cruciali della Q3 o in condizioni variabili e mutevoli durante la gara, parlo di carico di carburante, consumo gomme e qualsiasi altra cosa, perché Charles ha sempre il guizzo di uno che ha classe”.

IL TALENTO USCIRA’ FUORI CON L’AUMENTO DELLA PRESSIONE

“Sainz sarà lì con Leclec in Q2, quando non c’è pressione, mentre quando la tensione sale o la vettura diventa difficile da guidare allora Leclerc, così come Hamilton e Verstappen tirerà fuori quel qualcosa in più grazie al suo talento. Questa è una cosa di cui Freddy (Vasseur, ndr) ne è assolutamente a conoscenza, perché è un ragazzo brillante. Credo sia abbastanza intelligente da sapere che se dovesse vincere il mondiale 2023, molto probabilmente sarà Leclerc a farlo per la Ferrari. Bisogna solo lasciarlo tranquillo e ottenere il massimo da machina e squadra. Vasseur sarà molto bravo a fare quello che Mattia non ha mai fatto, forse non ci ha nemmeno pensato e Charles lo ha avvertito. I due piloti erano trattati allo stesso modo in termini di preparazione meccanica, ma per quanto riguarda sottigliezze e sfumature, ad oggi credo che Leclerc sarà leggermente più favorito del compagno di squadra”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: