L’impianto che conterrà l’area di simulazione è in fase di completamento in uno spazio vicino la pista di Fiorano. Il modernissimo impianto della Ferrari accoglierà un simulatore di ultima generazione che dovrebbe diventare operativo nei primi mesi del prossimo anno, in tempo per sviluppare la Rossa 2022 a ‘effetto suolo’

L’arrivo del nuovo simulatore in casa Ferrari sarà uno degli assi in più per il rilancio del Cavallino nel mondiale di Formula 1. Il vecchio ‘ragno’, che resterà comunque attivo a Maranello, ma con altre funzioni, sarà sostituito da un impianto totalmente nuovo. Il nuovo simulatore troverà posto nel nuovo edificio in fase di costruzione tra la Gestione Sportiva e la pista di Fiorano.

La Ferrari non vuole lasciare nulla al caso e sta cercando di ottimizzare tutti gli spazi. Chi ha avuto modo di vedere la costruzione si è reso conto, infatti, di quanto sia più grande rispetto simulatore da contenere. Nella palazzina, stando a quanto riportato su Motorsport.com, confluiranno tutti quei reparti della vecchia GeS restati temporaneamente dentro a dei prefabbricati, non avendo sufficiente spazio nella nuova sede.

La nuova costruzione dovrebbe essere ultimata entro la fine di quest’anno, mentre subito dopo inizierà la fase di installazione del simulatore. Quest’ultimo, dopo un accurato periodo di messa a punto, dovrebbe essere perfettamente funzionale ad inizio primavera 2021. In tempo per dare supporto, anche se il lavoro è già iniziato, allo sviluppo della Ferrari 2022, la monoposto a ‘effetto suolo’ con la quale la squadra di Maranello conta di tornare a lottare per il titolo iridato.

Ferrari

Colmare il gap rispetto alla concorrenza

Con questo investimento, a Maranello sono pronti a sfidare qualsiasi avversario anche in campo strategico, potendo contare un un miglioramento nelle prestazioni. Infatti, lo sviluppo di una monoposto di Formula 1 avviene principalmente al simulatore e non più in pista. I tecnici della Ferrari avranno finalmente a disposizione un impianto all’avanguardia in materia di simulatori. Colmando una lacuna che, almeno in parte, ha limitato lo sviluppo delle Rosse più recenti.

La Scuderia, con questo investimento, sta gettando le basi affinché la Ferrari disponga del meglio che c’è in circolazione. L’obiettivo è affrontare la nuova era della F1 con le adeguate risorse tecniche per puntare al titolo. Grazie all’ingente investimento, ed al nuovo simulatore, il team italiano può guardare con ottimismo al campionato 2022.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: