Ennesima debacle in casa Ferrari, protagonista di una domenica nera all’insegna dei problemi di affidabilità, come ha dichiarato Binotto “L’affidabilità ora è un problema”.

Ancora una volta lo strepitoso sabato di Leclerc viene vanificato da una F1-75 incapace di percorrere più di una ventina di giri senza incappare in qualche guasto. Infatti, oltre al problema occorso alla power unit di Leclerc, anche la vettura numero 55 di Carlos Sainz è stata costretta a fermarsi per un non meglio specificato problema idraulico.


Queste le parole di Mattia Binotto, Team Principal della Ferrari, al termine del Gran Premio di Azerbaijan:
“Inevitabilmente la nostra affidabilità è sulla bocca di tutti. Si tratta di due ritiri che ci penalizzano parecchio per come si era messa la gara. Charles era in testa, la squadra aveva fatto una strategia ottimale, a dimostrazione del fatto che a volte si può azzeccare e a volte invece no [in riferimento alle critiche post Montecarlo]. L’affidabilità ora però ci preoccupa. Ad inizio stagione non ci siamo esaltati e non ci abbatteremo adesso. Sappiamo che c’è ancora tanto lavoro da fare. L’incremento di prestazione della nostra power unit rispetto allo scorso anno è stato enorme, probabilmente ora lo stiamo pagando un po’ con l’affidabilità che non è ancora al 100%. I ritiri dei motorizzati Ferrari vanno visti e analizzati uno a uno. I problemi che si sono verificati oggi non sono tutti legati alle power unit. Riguardo quanto accaduto ai nostri clienti, almeno in un caso non è stato un problema di una componente Ferrari, perciò va escluso dalla questione. Certo che però dobbiamo guardare tutto, anche quanto successo a Carlos, non solo a Charles. L’affidabilità riguarda tutto, non solo il motore, bensì tutta la vettura nel suo insieme. Quello della prestazione è un tema molto importante, per vincere l’affidabilità deve essere perfetta. Non ci siamo ancora, ma non ci abbatteremo. Lavoreremo, la nostra squadra è in grado di venirne fuori”.
Queste dunque le parole di Binotto ai microfoni di Sky Sport, nel tentativo di proteggere il proprio team da un incombente ed inevitabile serie di critiche che arriveranno da qui fino al prossimo appuntamento in Canada.
Il ritardo da Verstappen di Leclerc, sorpassato anche da Perez in classifica, ora comincia ad essere importante. Serve un cambio di rotta in casa Ferrari.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: