Kimi Raikkonen con l’Alfa Romeo Racing si mette davanti con la C4, ma il problema di affidabilità preoccupa il team. A Barcellona si registra anche il primo guasto sulla Mercedes di Bottas che chiude in anticipo la propria sessione.

Il secondo giorno di test a Barcellona si è concluso nel segno di Kimi Raikkonen. Il finlandese ha condotto davanti a tutti la sua Alfa Romeo Racing, girando in 1’17”0 grazie alla mescola C4 montata nell’ultima mezz’ora. Non tutto è stato perfetto nel team di Frederic Vasseur, in quanto il finnico è stato costretto a parcheggiare la propria monoposto nel secondo settore a causa di un problema al cambio, rimasto bloccato in sesta marcia. La sosta di Raikkonen ha portato i commissari ad esporre la prima bandiera rossa di queste prove invernali a Barcellona. Per l’Alfa #7 ci sono comunque 134 tornate completate. Alle spalle di Kimi c’è Sergio Perez, su una Racing Point che continua ad essere la positiva sorpresa di questi test. Il messicano è staccato di 256 millesimi dal battistrada nonostante abbia usato la gomma C3, completando anche ben 144 passaggi.

Terza la Renault di Daniel Ricciardo, uno dei piloti meno attivi di giornata con solo 41 giri completati a causa di problemi tecnici sulla sua monoposto. Continua a dimostrare una buona regolarità la Red Bull targata Honda, quarta con Alexander Albon che ha chiuso 132 passaggi. Dietro al thailandese c’è Pierre Gasly a bordo dell’AlphaTauri, macchina che appare in costante crescita. La Ferrari continua a non regalare particolari acuti, con Sebastian Vettel che ha chiuso sesto la giornata del debutto ufficiale sulla SF1000. Il tedesco ha girato in 1’18”154 montando la gomma rossa, ma si è limitato a non attaccare la prestazione ed al raccoglimento dei dati. Per lui ci sono 72 passaggi completati, che uniti ai 49 di Charles Leclerc in mattinata portano a 121 il numero dei giri completati dal Cavallino. In mezzo alle due rosse c’è la Williams di George Russell, mentre la Mercedes oggi si è maggiormente concentrata sul passo gara. Lewis Hamilton è nono in 1’18”387, con oltre un secondo di ritardo da Raikkonen, ma il responso della pista di Barcellona lo candida nuovamente al ruolo di grande favorito. In mattinata, il britannico ha infatti completato ben 106 tornate, mostrando i muscoli nel long run dove è emersa anche la particolare soluzione del DAS riguardante il volante. Valtteri Bottas ha preso in mano la W11 nel pomeriggio ed è in ultima posizione, ma ha accusato un problema all’ibrido nel finale che gli ha impedito di scendere in pista negli ultimi minuti. Decimo Lando Norris su una McLaren che resta nascosta, davanti alla Haas di Romain Grosjean e ad Esteban Ocon.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: