Si spengono le luci del Bahrain e si chiude il primo gran premio del campionato del mondo di Formula 1. Per l’ex pilota del cavallino Sebastian Vettel un esordio non certo facile. Dopo i problemi di affidabilità dell’Aston Martin visti durante i test svolti 15 giorni prima c’era molta attesa per la monoposta nata dalle ceneri della Racing Point per valutare il suo potenziale.

I problemi per Sebastian Vettel iniziano già dal sabato. Il 4 volte campione del mondo non riesce a passare nemmeno il Q1. Dopo un primo tentativo poco brillante serviva un buon giro per poter accedere alla Q2 ma a causa del testa coda della Haas di Mazepin prende, seppur per un brevissimo tratto, bandiere gialle. Vettel conclude il giro ma non va oltre il 18° posto:

Vettel

“Sono stato penalizzato dalle bandiere gialle. Il feeling con la mia vettura ovviamente è deludente. Pensavo che la mia AMR21 potesse andare molto meglio in qualifica”, il commento a caldo del pilota che vede il suo compagno di squadra raggiungere il Q3. Ma le brutte notizie non sono finite perché i commissari decidono di sanzionare Sebastian per aver ignorato le bandiere gialle relegandolo in ultima posizione.



I punti si fanno alla domenica e Sebastian Vettel cerca di riscattarsi subito con una buona partenza sopravanzando subito le Haas. Grazie all’uscita di Gasly e ad una strategia ad una sosta inizia a guadagnare diverse posizioni. Il campione di Heppenheim si fronteggia con accanimento anche in duelli fuori portata risorpassando anche piloti che avevano strategie diverse ma al 44° giro finisce sul posteriore di Esteban Ocon che lo aveva appena sorpassato. Vettel subisce così la seconda punizione dai commissari in soli 2 giorni. 10” di penalità con slittamento alla 15° posizione e 2 sottrazione di 2 punti sulla sua super licenza.



Il campione tedesco, dall’errore del 2018 ad Hockenaim sulla Ferrari, forse l’unica vera chance di mondiale con la casa di Maranello, passando per il testacoda dopo il corpo a corpo con Hamilton nell’edizione 2019 in Bahrain e il contatto fratricida nel GP del Brasile, solo per elencare i più eclatanti, sembra proiettato verso una costante regressione. E’ solo la prima gara ma Sebastian deve mettersi subito al lavoro per conoscere la sua nuova AMR21, migliorarsi e risalire la china. Servono buone gare, meno errori e punti per sollevare il morale. I tifosi della Formula 1 vogliono vedere la grinta del campione; quella grinta che mostrava con orgoglio alzando l’indice al cielo.

Telegram

Instagram https://www.instagram.com/newsf1.it/
Pagina https://www.facebook.com/notizief1
Twitter : https://twitter.com/Graftechweb

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: