L’arrivo del tifone Hagibis costringe la FIA alle contromosse. Per evitare problemi di sicurezza nessuno sarà in circuito, qualifiche domenica alle 3 italiane.

Nel corso della settimana se ne è parlato a lungo, ma ora è finalmente arrivata l’ufficialità: il sabato del Gran Premio del Giappone è stato ufficialmente annullato, visto l’arrivo imminente del tifone Hagibis previsto tra la serata di oggi e l’intera giornata di domani. Il tempo è in pesante peggioramento e la FIA ha dunque optato per la sicurezza, evitando di rischiare di mandare in pista piloti e squadre. La decisione di anticipare l’annuncio è data dal fatto che così si eviterà l’arrivo del caloroso pubblico nipponico in pista, tutto ciò sempre per evitare eccessivo traffico in un sabato da bollino rosso per il meteo.

 

A differenza di quanto previsto all’inizio, la qualifica verrà disputata alle 10 ora locale e non alle 9, vale a dire alle 3 di domenica notte in Italia. La stessa soluzione venne adottata nel 2004 e nel 2010, quando il sabato venne devastato dal maltempo per poi lasciare spazio al sole il giorno della gara. La difficoltà maggiore sarà chiaramente per i team, che al venerdì sono riusciti a scendere in pista ma non avranno i riscontri delle prove libere 3.

Va anche detto che il diluvio previsto al sabato potrebbe compromettere anche il grip presente sulla pista, in quanto la traiettoria pulita tenderebbe a sparire a causa del maltempo. Nel frattempo, nella notte si è disputato la prima sessione di prove libere che ha visto la Mercedes primeggiare. Al comando si è issato Valtteri Bottas in 1’28”731, precedendo Lewis Hamilton per appena 76 millesimi. Lontane al momento le Ferrari con Sebastian Vettel terzo davanti a Charles Leclerc. Entrambe le rosse sono rimaste attardate di un secondo, ma potrebbe essere frutto di un programma diverso visto l’andamento del fine settimana che costringe le squadre a modificare il lavoro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: