Il finlandese comanda entrambe le sessioni, ma Hamilton e Verstappen sono molto vicini. Leclerc è quarto davanti ad Albon con le rosse in difficoltà.

La Mercedes vuole tornare a dominare ed iniziano a farlo sin dalle prove libere del venerdì del Gran Premio del Giappone. In caso di doppietta su questa pista, il team di Brackley porterebbe a casa il sesto mondiale costruttori consecutivo e con ben quattro appuntamenti di anticipo rispetto alla fine del campionato. La giornata odierna ha visto la W10 al top in entrambe le sessioni, con un Valtteri Bottas apparso perfettamente a suo agio con la pista di Suzuka, arrivando a girare in 1’27”785. Si tratta già di tempi eccezionali, visto che siamo a quattro decimi dal record della pista di due anni fa.

Il finlandese aveva comandato la classifica anche in mattinata, con Lewis Hamilton costretto ad accodarsi per ben due volte oggi. Il ritardo del campione del mondo è stato pari ad un decimo esatto, avendo girato in 1’27”885. Al terzo posto c’è Max Verstappen con la Red Bull targata Honda, attardato di 281 millesimi rispetto alla freccia d’argento che è al comando. Va sottilineato che sia le Mercedes che le Red Bull hanno disputato due tentativi di qualifica nella prima parte con le gomme Soft, al contrario di quanto ha fatto la Ferrari.

Le rosse hanno iniziato in sordina il fine settimana giapponese, con Sebastian Vettel davanti a Charles Leclerc sino a pochi minuti dalla bandiera a scacchi. Il tedesco ha ottenuto il quarto tempo in 1’28”392, rimanendo distante di ben sei decimi dal battistrada. Informazioni che fanno capire quanto la situazione sia diversa dalle ultime quattro gare, dove la rossa era nettamente la macchina da battere. Nel finale, entrambe le rosse sono scese nuovamente in pista ed il monegasco si è preso il quarto tempo davanti al tedesco, girando in 1’28”141. Visto l’annullamento della giornata di sabato si potrebbe pensare ad un lavoro diverso da parte del Cavallino, ma per il momento il gap è di oltre tre decimi, nonostante il giro sia stato fatto con pista molto più gomma.Ora bisognerà aspettare domenica mattina per saperne di più. Sesto un positivo Alexander Albon che è riuscito ad avvicinarsi alle Ferrari, a soli 26 millesimi da Vettel.

Subito in gran forma le McLaren con Carlos Sainz che si è arrampicato sino al settimo posto, mentre Lando Norris è decimo in questo venerdì di libere. Tra le due vetture di Woking ci sono la Racing Point di un ottimo Sergio Perez e la Toro RossoHonda di Pierre Gasly. Undicesima l’Alfa Romeo Racing con Kimi Raikkonen. A seguire c’è Daniil Kvyat, davanti alla Haas di Romain Grosjean ed a Lance Stroll. Solo quindicesimo Antonio Giovinazzi, davanti a Kevin Magnussen. Disastrosa la prova delle Renault, con Daniel Ricciardo accreditato del diciassettesimo tempo seguito dal compagno di squadra Nico Hulkenberg diciottesimo. Le Williams di Robert Kubica e George Russell che sono in chiusura. L’appuntamento è dunque fissato alle 3 di domenica notte per la qualifica, cancellate anche le ultime libere.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: