Le Mercedes sono state impressionanti specialmente sul passo gara, con Ferrari e Red Bull abbastanza vicine sul giro secco. Bottas ed Hamilton sembrano avere un altro ritmo.

Il venerdì del Gran Premio del Giappone ha evidenziato il ritorno al top della Mercedes, con le frecce d’argento che sono state letteralmente impressionanti sin dai primi minuti della sessione mattutina. Valtteri Bottas e Lewis Hamilton sono separati da un decimo esatto, con il finlandese che con le Soft ha piazzato un 1’27”785, a soli 25 millesimi dalla pole della passata stagione. I tempi sono dunque impressionanti, con la W10 che ha portato un nuovo pacchetto aerodinamico dotato di fondo e bargeboard nuovi che si è adattata alla perfezione a Suzuka.

La cosa che ha maggiormente impressionato le stesse squadre ed gli addetti ai lavori è stato il ritmo sul passo gara dei due alfieri Mercedes, capaci di girare regolarmente almeno mezzo secondo più veloci della concorrenza. Hamilton e Bottas sono arrivati anche a girare sul passo dell’1’33”, sia con gomma rossa che con la media. Dando un’occhiata agli on board camera si evince la superiorità delle vetture anglo-tedesche specialmente nel primo settore, dove si vede a vista d’occhio a livello di velocità di percorrenza rispetto a Ferrari e Red Bull targata Honda che questo week-end gioca in casa.

Molto il lavoro da fare proprio nel box del Cavallino. In mattinata il divario dalla vetta era nell’ordine del secondo, ridottosi a meno di quattro decimi nel pomeriggio. Va però sottolineato che a parità di condizioni il gap era di oltre sei decimi, visto che Sebastian Vettel e Charles Leclerc sono scesi nuovamente in pista negli ultimi minuti per un ulteriore tentativo di simulazione qualifica. Questo perchè l’annullamento della giornata di sabato causa tifone ha spostato le prove ufficiali alla domenica mattina, ma se le condizioni difficili dovessero persistere si andrebbe in gara con la classifica finale delle libere 2 odierne.

Il miglioramento atteso non è stato così elevato, tant’è che le rosse sono rimaste alle spalle di un positivo Max Verstappen che ha chiuso la sua giornata al terzo posto. Per quanto riguarda lo stint con carico di benzina, l’olandese è andato molto forte avvicinandosi spesso ai tempi della Mercedes. La Ferrari da questo punto di vista ha faticato non poco, tornando in netta difficoltà nella gestione delle gomme. Ricordiamo che quella giapponese non è mai stata una pista molto accomodante per la rossa, mentre le frecce d’argento sono sempre andate a nozze. Ora l’appuntamento è fissato per le 3 di domenica notte ora italiana, quando nel paese del Sol Levante scatterà la qualifica. Hamilton e Bottas sono chiaramente i favoriti numero uno, ma bisogna attendere quei momenti per avere più chiara la situazione e poter stilare la classifica definitiva dei valori in campo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: