Toyota Yaris Gr4 Video – La stagione delle omologazioni speciali sembra riaperta.

 

Dopo aver rilasciato video e foto della nuova Yaris gr4 in versione prototipo, Toyota ha finalmente svelato la versione definitiva al salone dell’auto di Tokyo. Una vettura nata dalla necessità di omologare una versione della piccola giapponese a tre porte, dopo l’annuncio della scelta di produrne versioni solo a 5 porte. Una scelta sensata per il mercato delle segmento B, ma decisamente inadatta per creare la base della prossima vettura per competere nel Wrc, campionato in cui hanno già vinto il mondiale costruttori nel 2018 e quello piloti con Ott Tanak nel 2019. 

Scheda tecnica 

Per poter quindi competere con la carrozzeria a tre porte, Toyota ha dovuto creare una versione stradale ed omologata e visto che già c’erano hanno ben pensato di renderla semplicemente fantastica. Iniziando dal motore, un tre cilindri 1.6l turbo che eroga ben 260cv e 350Nm di coppia, che passano attraverso un cambio manuale a 6 marce per poter essere poi scaricati a terra tramite un sistema di trazione integrale in grado di mandare il 100% della coppia sia all’asse anteriore che posteriore. Saranno disponibili 3 differenti tarature elettroniche del differenziale Torsten centrale: Road, Sport e Track rispettivamente con una ripartizione 60:40, 30:70 e 50:50. Gli ingegneri giapponesi non hanno però tralasciato il comparto sospensivo, con geometrie riviste all’anteriore e trasformate completamente al posteriore. Per rendere poi la vettura più aerodinamica il tetto è stato abbassato di 91mm ed è stato aggiunto un piccolo spoiler sul lunotto posteriore. Per coprire invece la meccanica la carrozzeria è stata allargata in stile rally ben oltre le dimensioni base. A completare la ricetta di una vettura davvero appetibile ci sono l’impianto frenante ad alte prestazioni e un peso ridotto fino a 1280kg.

Prezzi ed allestimenti

Il prezzo? Sarà anche decentemente economica con la versione First Edition che parte da circa 32’000€ e la First Edition Track che parte dai 37’000€, dotata però di altre modifiche per l’uso in pista come differenziali autobloccanti su entrambi gli assi, cerchi alleggeriti e gommatura più sportiva. 

Pare proprio sia tornata la stagione delle Omologazioni Speciali.

A proposito dell'autore

Se ha un motore mi piace, e adesso ne scrivo anche un articolo. Che siano auto, moto, aerei o barche mi appassiona. Fotografo e giornalista.

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: