Le prime libere di Spa vedono la Mercedes di Bottas primeggiare davanti ad Hamilton e Verstappen. Seguono le Racing Point mentre la Ferrari è tredicesima con Leclerc subito davanti a Vettel.

La prima sessione di prove libere del Gran Premio del Belgio a Spa ha visto Valtteri Bottas al comando delle operazioni seguito da Lewis Hamilton. Le Mercedes hanno subito fatto capire chi comanda, approfittando di un pacchetto di aggiornamenti che è sembrato funzionare a dovere. Il finlandese è salito in cattedra girando in 1’44”493 con gomma Soft, tenendosi alle spalle il compagno di squadra per soli 69 millesimi. Le W11 non hanno però demolito la concorrenza, visto che la Red Bull targata Honda di Max Verstappen si è fermata ad 81 millesimi dal battistrada.

L’olandese è in forma, così come lo sono le Racing Point. Sergio Perez è quarto in 1’44’629, con solo un decimo di ritardo da Bottas. Subito dietro al messicano appare Lance Stroll, a conferma che la RP20 si è subito trovata in sintonia in queste prime libere con il velocissimo tracciato di Spa. Sesto Alexander Albon, tutto sommato nel gruppo dei migliori e non lontano dal quotato super Max. Partono bene anche Renault e McLaren, con Esteban Ocon settimo davanti a Carlos Sainz. Nono Daniel Ricciardo che ha preceduto Lando Norris, ma è interessante notare che questi quattro piloti sono racchiusi in poco più di un decimo.

Il britannico ha chiuso la top tean, seguito a ruota dalle due AlphaTauri di Daniil Kvyat e Pierre Gasly. Piuttosto buona la prestazione del team di Faenza, considerando che hanno girato con gomma Media ed hanno accumulato un gap nell’ordine del secondo. Dodicesimo Kimi Raikkonen con l’Alfa Romeo Racing, il quale in 1’45”704 ha confermato la sua grande simbiosi con questa pista. A dir poco imbarazzante il debutto delle Ferrari: Charles Leclerc è tredicesimo in 1’45”759, con una vettura che continua a non presentare la minima novità tecnica. Poco più indietro c’è Sebastian Vettel, che è risultato di soli tre decimi più rapido della Williams di Nicholas Latifi. In chiusura c’è George Russell, mentre sia le Haas che Antonio Giovinazzi non hanno fatto registrare alcuna prestazione. Alle 15 la seconda sessione di libere.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: