Spettacolare qualifica ad Austin con la Mercedes che torna in pole dopo oltre tre mesi con Bottas. Solo 12 millesimi tra Valtteri e Seb, quarto Leclerc davanti ad un deludente Hamilton ed Albon.

Valtteri Bottas ha ottenuto la quinta pole stagionale ad Austin, riportando la Mercedes davanti a tutti in qualifica dopo oltre tre mesi. Il finlandese è stato perfetto in quella che è stata la sessione più bella e spettacolare dell’anno, girando in 1’32”029 con il quale ha beffato la Ferrari di Sebastian Vettel per appena 12 millesimi. Il terzo posto è per la Red Bull targata Honda di Max Verstappen, che ha pagato un errore nell’ultimo tentativo che gli ha precluso la corsa alla prima posizione. Il distacco dell’olandese è comunque irrisorio visto che stiamo parlando di 67 millesimi.

Ha fatto il suo Charles Leclerc, classificatosi in quarta posizione nonostante l’utilizzo di una vecchia power unit. Il monegasco è a poco più di un decimo da Bottas, mentre il grande deluso della giornata odierna non più che essere Lewis Hamilton. Il britannico festeggerà domani il sesto titolo mondiale, ma il ritardo di quasi tre decimi da Bottas ed il quinto tempo fatto segnare. Sesto Alexander Albon, mentre la quarta fila è tutta di marca McLaren grazie a Carlos Sainz e Lando Norris. Nono un positivo Daniel Ricciardo con la Renault, mentre la top ten è completata da Pierre Gasly con la Toro RossoHonda.

Il Q2 vede sia Mercedes che Ferrari puntare sulla gomma media, con la quale si qualificano e dunque partiranno nella gara di domani. Anche Verstappen sceglie la stessa tattica e si dimostra molto competitivo, mentre Albon va sulla Soft differenziando la strategia. L’eliminazione colpisce la Renault di Nico Hulkenberg, la Haas di Kevin Magnussen, Daniil Kvyat, la Racing Point di Lance Stroll e Romain Grosjean. Buona la prova delle rosse che con gomma gialla si mettono al comando. Incredibile rischio di collisione a curva 19 tra Hamilton e Verstappen, protagonisti di un’incomprensione assieme a Kvyat. L’evento è stato subito messo sotto investigazione dai commissari di gara che però comunicano che non ci saranno ulteriori azioni.

Nel Q1 Leclerc va in pista regolarmente ma fa fatica a trovare delle buone prestazioni commettendo anche un errore nel secondo settore. Al comando si issa un eccellente Norris, mentre il disastro delle Alfa Romeo Racing prosegue viste le eliminazioni di Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen davanti alla Williams di George Russell. Diciannovesimo Sergio Perez che scatterà comunque dal fondo per una penalità. Chiude Robert Kubica sempre lontanissimo dal compagno di squadra.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: