Le libere 1 di Sochi vedono subito primeggiare la Mercedes, con Bottas davanti alla Renault di Ricciardo, mentre Verstappen è terzo. In fondo Hamilton che non prova il giro veloce, mentre le Ferrari sono a metà schieramento.

Valtteri Bottas sembra ormai essersi abbonato al miglior tempo nella mattinata del venerdì. Dopo aver primeggiato al Mugello, il finlandese si è posto davanti a tutti anche nelle libere 1 di Sochi, dove domenica si disputerà il Gran Premio di Russia. La Mercedes #77 è al top in 1’34”923, crono ottenuto con gomma Media. Le prestazioni sono state piuttosto lente, con una pista che è ben lontana dalla condizione ideale. Dalla sua classica posizione di leadership è mancato Lewis Hamilton, solo diciannovesimo ma senza aver provato il classico ”time attack”. Il campione del mondo si è concentrato sulle simulazioni di passo gara, puntando solo sulla mescola Dura.

Il secondo posto è così stato appannaggio della Renault di Daniel Ricciardo, a conferma della notevole crescita di cui il team di Enstone è protagonista. L’australiano ha girato in 1’35”430, beccandosi mezzo secondo dal battistrada nonostante l’utilizzo delle Soft, per cui hanno optato anche gli altri inseguitori. La Red Bull targata Honda di Max Verstappen è terza, seguita a ruota dalle Racing Point di Sergio Perez e Lance Stroll. Sesto Esteban Ocon, davanti all’AlphaTauri di Daniil Kvyat. Non benissimo Alexander Albon, ottavo e lontano dal compagno di squadra, stesso discrso che si può mettere in atto per Pierre Gasly che ha chiuso la top ten.

La Ferrari ha iniziato il lavoro con Sebastian Vettel in nona piazza, con il crono di 1’36”323, che lo pone a quasi un secondo e mezzo dalla vetta nonostante una mescola di vantaggio rispetto a Bottas. Sulla rossa si sono viste alcune novità sull’ala posteriore, caratterizzata da un nuovo endplate. Per il momento però, la sostanza non è cambiata, visto che nelle libere 1 di Sochi ha sofferto e non poco anche Charles Leclerc, solo undicesimo. Le SF1000 hanno accusato anche un grande distacco in termini di passo gara, girando regolarmente ad oltre un secondo dai migliori.

Dietro al monegasco troviamo le McLaren di Carlos Sainz e Lando Norris, che come al solito tendono a nascondersi al venerdì. Subito alle loro spalle ci sono le Alfa Romeo Racing di Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen, inseguite dalla Haas di Kevin Magnussen e dalla Williams di George Russell. Male Romain Grosjean, che ha preceduto la W11 di Hamilton e Nicholas Latifi. Brutta avventura per il canadese, che è andato a sbattere causando una bandiera rossa, ma fortunatamente non ci sono state conseguenze per il pilota. Alle 14 la seconda sessione di libere.

IMMAGINE DI COPERTINA: Mercedes AMG Petronas Twitter page

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: