Christian Horner ritiene che i fan della Formula 1 vedranno una battaglia più serrata nel 2023, dopo il dominio senza precedenti della Red Bull.

A seguito di una delle più grandi revisioni regolamentari nella storia della Formula 1, il team Red Bull ha lottato contro il ritmo iniziale della Ferrari e i propri problemi di affidabilità per emergere come forza dominante della stagione 2022.

Vincendo la gara di sviluppo contro la Ferrari, la RB18 è arrivata a 17 vittorie nei Gran Premi nelle mani del vincitore del campionato Max Verstappen e del compagno di squadra Sergio Perez.

Tuttavia, non si è concretizzato alcun cambiamento importante nell’ordine della griglia, della portata di quanto visto dopo le modifiche al regolamento della stagione 2009, con i primi tre team composti da Red Bull, Ferrari e Mercedes.

Parlando in un’intervista esclusiva con RacingNews365.com, il Team Principal della Red Bull, Christian Horner, crede che sia ancora probabile che si verifichi un divario di prestazioni rispetto alle prime tre squadre, ma ha espresso fiducia nella “convergenza” di tutte e dieci i team per il 2023.

“È inevitabile dopo un grande cambiamento di regolamento, penso di averlo detto l’anno scorso, ci saranno squadre che hanno capito bene e squadre che hanno sbagliato. Chi avrebbe mai immaginato che la Mercedes avesse vinto solo una gara quest’anno, dopo tutto il successo ottenuto negli otto anni precedenti? Siamo stati fortunati ad aver capito bene, e abbiamo vinto molte gare grazie a questo risultato, ma ciò convergerà e non ho dubbi che le statistiche sembreranno di nuovo un po’ diverse nel 2023”.

La difesa sulla Mercedes

Oltre a superare l’onnipresente ritmo in qualifica della Ferrari, la Red Bull si è anche difesa da una piccola rinascita della Mercedes, la cui stagione è stata rovinata da un concetto di vettura difettoso.

Quando gli è stato chiesto se credeva che la Red Bull potesse continuare la sua forma dominante nel 2023, Horner ha detto che si aspettava un forte contrattacco da parte dei rivali.

“Mi piacerebbe continuare a dominare! Ma è alquanto irrealistico in questo business, perché le altre squadre sono semplicemente troppo brave. Avranno imparato molte lezioni da quest’anno e sono sicuro che le auto convergeranno in modo significativo nel ’23. Il più grande vincitore sono i tifosi, ovviamente è più stressante per le squadre, ma il vincitore è lo sport se c’è più competizione”.

‘Non ci siamo mai arresi negli anni difficili’

Il ritorno della Red Bull alla lotta per il campionato arriva dopo una serie di stagioni fuori ritmo. Il loro straordinario successo nel doppio campionato del 2013 è stato seguito da una serie di anni per lo più senza successo nell’era turbo-ibrida.

Il dominio della Mercedes ha significato che la Red Bull ha ottenuto “solo” diciassette vittorie dal 2014 al 2020, prima che la prima vettura della Red Bull con motore V6 emergesse nel 2021.

Horner crede che il successo della Red Bull nel 2021 e nel 2022 sia una testimonianza del lavoro del team “core” durante le stagioni meno riuscite.

“Penso che lo spirito di squadra e la cultura che abbiamo sempre avuto non abbiano mai perso la convinzione o l’obiettivo di voler tornare in una posizione vincente. Ovviamente, abbiamo avuto alcuni anni di magra dopo il dominio nel V8 [era del motore], a un grande cambiamento di regolamento con un V6, ma tutti si sono concentrati sulla loro parte e hanno fatto del loro meglio nelle aree specializzate. Abbiamo mantenuto un nucleo molto forte, abbiamo sviluppato alcuni giovani talenti e questo sta davvero iniziando a dare i suoi frutti”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: