Il CEO di McLaren ha affermato che la deludente competitività della MCL36 e le sirene dei team rivali non porteranno Norris a cambiare aria.

Nelle liste dei migliori piloti della stagione 2022 di F1 raramente il nome di Lando Norris appare nelle primissime posizioni. Il campionato passato ha tuttavia confermato, qualora ce ne fosse bisogno, che l’inglese è e sarà uno dei grandi protagonisti del circus. Oltre ad aver distrutto Daniel Ricciardo nel confronto diretto, il pilota della McLaren ha tenuto praticamente da solo in lotta per la quarta posizione nel Mondiale Costruttori la scuderia di Woking, che solo all’ultima gara ha ceduto ad una Alpine generalmente più competitiva. E’ chiaro, però, che un pilota di tale calibro non possa rimanere a centro gruppo troppo a lungo: già in passato Norris ha parlato con un top team, la Red Bull, prima di rinnovare con la McLaren fino al 2025. Ma la fiducia nella squadra che lo ha lanciato in F1, e che adesso ha perso Andreas Seidl, durerà fino alla scadenza del contratto?

Zak Brown, CEO di McLaren, non ha dubbi a riguardo. L’americano, citato da Autosport, si è infatti detto certo che il gioiello del team inglese guiderà ancora a lungo le vetture color papaya: “Non temo di perdere Norris se non raggiungeremo la vetta, perché sono convinto che gli daremo una vettura in grado di conquistare vittorie. Abbiamo un accordo a lungo termine con lui e penso che si senta a suo agio nella squadra. […] Sa che stiamo affrontando un lungo percorso. Credo che sarebbe troppo presto per preoccuparsi dei risultati dopo aver dato fiducia al progetto. In ogni fase della sua carriera, Lando ha sempre dimostrato di avere un potenziale incredibile. Spesso abbiamo visto piloti, come Jan Magnussen e Jos Verstappen, che non hanno fatto bene in F1 dopo aver dominato in tutte le altre categorie in cui hanno corso. Lando è stato fenomenale dovunque, anche in F1″.

Brown ha concluso elogiando la crescita di Norris e parlando delle aspettative su Oscar Piastri, futuro compagno di squadra dell’inglese: “Mi rende molto felice vedere che Lando commette pochissimi errori e che gestisce perfettamente le gare, oltre ad essere velocissimo. Al primo anno aveva la velocità, ma probabilmente non era abbastanza deciso nel corpo a corpo. Ora è comunque pulito, ma più duro in battaglia. Penso che sia uno dei piloti più rapidi in griglia, e mi aspetto che Oscar gli sia vicino. Penso che avrà delle occasioni per batterlo e viceversa. Questo è ciò che vogliamo: due piloti vicini tra loro e che si spingono a vicenda”.

Foto: Alessandro Martellotta per newsf1.it

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: