L’amministratore delegato della Formula 1 Stefano Domenicali dubita che la Red Bull e Max Verstappen possano essere in grado a dominare i prossimi mondiali in modo convincente come hanno fatto nel 2022.

Nonostante il 2022 sia stato il primo anno di una nuova serie di regolamenti tecnici progettati per produrre gare più serrate, Verstappen ha vinto il titolo del Campionato Piloti con quattro gare di anticipo e ha anche stabilito un nuovo record per il numero di vittorie e punti in una singola stagione: 15 le vittorie su pista per un totale di 454 punti.

Aiutata dal predominio di Verstappen, la Red Bull ha vinto anche il suo primo Campionato Costruttori dal 2013. Domenicali ha osservato che la supremazia della squadra è stata in parte dovuta alla mancanza di un’effettivo contrasto nel corso dell’anno, inclusa una flessione delle prestazioni del precedente team Mercedes. .

“La stagione è stata decisa in fretta, per due ragioni. Max Verstappen e Red Bull messi insieme sono la prima ragione. Dopo un inizio difficile hanno svolto un lavoro straordinario”. Ha detto Domenicali alla Gazzetta dello Sport.

“Il secondo motivo è l’assenza della Mercedes. Erano competitivi solo alla fine dell’anno. Le nuove regole hanno funzionato bene. Abbiamo assistito a molte battaglie ruota a ruota, cosa che prima non accadeva. Serve ancora un po’ di pazienza, come sempre dopo grandi modifiche tecniche, ma in questa stagione ci sono state pochissime gare che non sono state divertenti”.

Domenicali: il dominio della Red Bull non durerà a lungo

Le prestazioni della Red Bull nel primo anno della nuova era tecnica della F1 hanno spinto alcuni a suggerire che il team avrebbe goduto di diversi anni di dominio, simile a quelli Mercedes dal 2014 al 2021 e la Ferrari dal 2000 al 2004.

Tuttavia, Domenicali ha affermato di aspettarsi che altre squadre raggiungano il gruppo sostenuto dal team di Milton Keynes man mano che si abitueranno alle nuove regole dello sport, come la necessità di operare entro un limite di budget.

“Con le attuali normative, anche a livello economico grazie al budget cap, mi aspetto che molte squadre siano più vicine in questa battaglia, e mi aspetto che i cicli vincenti delle squadre siano di durata molto più breve”, ha detto Domenicali.

L’italiano ha anche reso omaggio al lavoro svolto da Verstappen nel 2022, elogiando la prestazione dell’olandese in un campo di alta qualità.

“Per non togliere nulla alla qualità di un pilota come Verstappen. Al momento è come un cannibale, concentrato su ogni gara. Il livello è stato molto alto tutto l’anno. La qualità del campo è molto alta su tutta la linea”, ha concluso.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: