I team della Formula 1 non sono decisamente propensi all’arrivo di nuovi team sulla griglia di partenza per gli anni a venire, sebbene questo si scontri con la volontà recentemente espressa da parte del presidente della FIA dove in un tweet ufficiale aveva espressamente dichiarato di essere in dialogo con il suo team all’interno della Federazione per cercare di espandere il numero di team che attualmente prendono parte ad un gran premio di F1.

Non è certo un mistero che Andretti voglia da ormai parecchio tempo entrare nel circus e si sarebbe anche già dichiarato disposto a pagare la cifra esorbitante di 200 milioni di dollari necessari per l’ingresso di un nuovo team per in qualche modo porre una pezza alla diminuzione di guadagni che un nuovo entrante comporterebbe al termine della stagione per tutti gli altri team già presenti.

Anche General Motors sembra interessata a percorrere la stessa strada di Andretti e stando a quanto dichiarato dal loro presidente:

Abbiamo un accordo firmato con un fornitore di unità di potenza per cominciare. Poi, mentre andiamo avanti, porteremo molta della nostra esperienza per creare anche cose per il futuro. Ovviamente abbiamo una grande partnership con Honda con i veicoli elettrici, e competiamo anche contro Honda in serie come IndyCar (attraverso il marchio Chevrolet). Quindi abbiamo quel rispetto e quel rapporto naturali, il che non è affatto problematico, ma parleremo del motore in un secondo momento“. ha detto sempre il presidente di GM in merito alla possibilità di una power unit Honda nel caso di un loro futuro ingresso in Formula 1.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: