Qualche giorno fa è uscito il video in esclusiva di un prototipo pre produzione della nuovissima Aston Martin Valkyrie.

La fortuna di essere invitato a filmare l’ultima creazione della casa inglese è toccata allo youtuber MrJww, che se capite l’inglese vi consiglio vivamente di seguire. Da quello che finora è stato fatto vedere l’Aston Martin Valkyrie sarà la prima iterazione di una vettura della nuova classe di ipersportive ovvero una aero-car. Al di sopra di tutte le hypercar per prestazioni ed unicità caratterizzata da uno studio aerodinamico stupefacente, basti pensare che la vettura non equipaggiata con il “track pack” (un upgrade a sospensioni e aerodinamica, ancora omologato per la strada) con gommatura stradale omologata Michelin pilot sport cup 2 ha fatto registrare tempi sul giro più veloci di una lmp2 a Silverstone.

Gli ingegneri della casa britannica non si sono però fermati qui, infatti la vettura è spinta da un a dir poco glorioso V12 6,5 litri sviluppato da Cosworth con limitatore a 10’000 giri e componente ibrida che porta il tutto tranquillamente oltre i 1’000 cv. E si, ha la targa e i pochi veramente fortunati potranno anche andare a farci la spesa. 

L’aerodinamica e la progettazione in generale sono stati a cura di Adrian Newey, il geniale progettista delle Red Bull di formula 1, che a seguito della collaborazione tra Aston Martin e Red Bull da poco nata in f1, ha voluto infondere nella vettura stradale la follia tecnica delle famose auto a ruote scoperte, e andare oltre non avendo le limitazioni del regolamento fia.

La vettura è ovviamente basata su una monoscocca in fibra di carbonio, ma se questo può sembrare lo standard, è dietro che avviene la magia. Infatti tutte le sospensioni posteriori sono ancorate al gruppo cambio-differenziale che con il motore costituiscono una struttura portante che sorregge tutto il posteriore della vettura, permettendo per via delle ridotte dimensioni della struttura, l’adozione di un diffusore posteriore delle dimensioni di una grotta.

Semplicemente il sogno di qualunque appassionato di motori.

Ah, quasi dimenticavo, nel video è incluso qualche giro di pista, rifatevi pure le orecchie, offro io.

 

A proposito dell'autore

Se ha un motore mi piace, e adesso ne scrivo anche un articolo. Che siano auto, moto, aerei o barche mi appassiona. Fotografo e giornalista.

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: