Il super consulente ha fatto sapere che il team anglo-austriaco sarebbe pronto a debuttare con la Hypercar Valkyrie nella serie endurance

Non è la prima volta che la Red Bull minaccia di abbandonare la Formula 1. Già qualche anno fa, nel pieno della crisi Renault, gli ex campioni del mondo sembravano in procinto di chiudere con il circus iridato. Queste voci sono poi scemate per ripresentarsi proprio in questi ultimi giorni. Stavolta l’idea di Milton Keynes sarebbe quella di lasciare il mondiale per andare a caccia della vittoria alla 24 ore di Le Mans con la Valkyrie quando entreranno in vigore le nuove regole delle Hypercar nel 2021.

Queste le dichiarazioni del super-consulente Red Bull Helmut Marko: ”Abbiamo un accordo che ci lega alla F1 fino al termine del 2020. Fino al momento in cui non ci sarà un chiaro regolamento sui nuovi motori ed un nuovo Patto della Concordia nè Red Bull nè Honda decideranno cosa fare. Non diventeremo nuovamente clienti, pagando fornitori che poi non mantenevano le promesse ( altra stoccata alla Renault)”.

”Abbiamo anche un’altra scelta. C’è la possibilità di correre alla 24 ore di Le Mans con la Valkyrie quando entrerà in vigore il regolamento sulle Hypercar nel FIA WEC. Stiamo lavorando sulla vettura e ci sono già ottimi riscontri. Le auto sono state tutte immediatamente esaurite e questo è un ottimo punto di partenza per Red Bull Technologies. Se fosse introdotto un budget cap in F1 dovremmo tagliare del personale e non vorremmo necessariamente farlo. Potremmo dunque considerare altri progetti come quello di fare Le Mans. Lì possiamo correre a costi non esagerati e stiamo pensando ad un debutto della Red Bull alla Sarthe. Ovviamente sarebbe una partnership con Aston Martin ed il progetto rientra nei nostri obiettivi”.