La scorsa stagione la maggior parte dei team di F1 ha interrotto anticipatamente qualsiasi spinta allo sviluppo delle loro vetture 2021 nel tentativo di anticipare i tempi per i nuovissimi regolamenti tecnici di quest’anno.

Sebbene il 2021 sia stato un valore anomalo al riguardo, Mekies ritiene che il limite di budget dello sport limiterà comunque gli sviluppi nella stagione rispetto ai livelli pre-2020. Poiché le restrizioni finanziarie messe in atto per rendere la F1 più sostenibile ridurranno il numero di aggiornamenti che le squadre possono permettersi di compiere.

“Nel 2018, 2019, nei grandi team, avevi qualcosa in ogni gara in macchina o in ogni altra gara. Sembra difficile dal nostro punto di vista avere un numero elevato di aggiornamenti con i vincoli che abbiamo”.

Il limite di costo, che è stato abbassato a una cifra base di 140 milioni di dollari quest’anno – esclusi i componenti aggiuntivi – significa che i più grandi team di F1 si son dovuti organizzare meglio su dove e quando spendere il budget che hanno stanziato per gli sviluppi.

Quel problema del lusso colpisce in particolare Mercedes, Red Bull e Ferrari, squadre che si son già dovute ridimensionare radicalmente per rientrare nel limite di budget.

“Devi mantenere un budget da sviluppare durante l’anno, perché imparerai sempre di più, e quindi avrai bisogno di modi per adattarti. Questa è stata la sfida più grande”, ha spiegato Mekies, il cui team Ferrari è arrivato terzo nella classifica Costruttori nel 2021.

Mekies, inoltre, avverte che se i test pre-stagionali del 2022 dovessero portare alla luce diversi problemi sulle nuove auto che dovranno, quindi, essere affrontati rapidamente, risolvere questi problemi potrebbe significare che i team potrebbero dover attingere al loro piatto di sviluppo prima del previsto e sacrificare alcuni aggiornamenti stagionali.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: