Leclerc non è ancora sceso in pista mentre si ripara la SF90. Hamilton rileva Bottas sulla Mercedes

Ancora una giornata difficile in casa Ferrari nella seconda settimana di test invernali sul tracciato del Montmelò. Se ieri era stato un problema all’impianto di raffreddamento a fermare il lavoro di Leclerc in mattinata, oggi è toccato a Sebastian Vettel con annesso un grande spavento. Il tedesco della Ferrari era stato molto competitivo completando 40 passaggi, issandosi al terzo posto con gomme C3 in 1’18”195, alle spalle del leader Carlos Sainz che con le C4 ha staccato il miglior tempo dei test in 1’17”144.

Successivamente il fattaccio: Seb ha perso il controllo della propria monoposto alla curva 3 finendo violentemente contro le barriere a circa 230 km/h, a causa di un cedimento meccanico sulla SF90. Per precauzione, il quattro volte campione del mondo è stato portato al centro medico per dei controlli ma nessun problema fisico per lui. I meccanici sono attualmente a lavoro sulla monoposto per cercare di mandare in pista Charles Leclerc nelle ultime ore del pomeriggio.

Continuano a macinare chilometri Mercedes e Red Bull: Valtteri Bottas ha marciato come un orologio in mattinata, inanellando 74 passaggi con il quinto tempo migliore in 1’18”941. Ora è salito a bordo Lewis Hamilton, attualmente settimo in classifica ed accreditato di 13 tornate completate. I bibitari sono al terzo posto con Max Verstappen, staccato di due decimi esatti da Vettel a parità di mescola C3. Dietro di lui la Haas di Grosjean mentre Kvyat è sesto con la Toro Rosso-Honda in mezzo alle Mercedes. In chiusura la Force India di Perez, davanti alla Williams di Kubica e alla Renault di Ricciardo.