Formula 1 – Secondo il team principal della scuderia Alpha Tauri, le F1 2022 potrebbero non essere ancora in grado di seguirsi da vicino nelle curve ad alta velocità.

In questi giorni, grazie alla presentazione di alcune delle vetture che prenderanno il via al campionato del mondo di Formula 1 2022, inizia a prendere forma la rivoluzione tecnica voluta dalla FIA. I nuovi regolamenti sono orientati a sfruttare l’effetto suolo per ridurre le turbolenze nel tentativo di migliorare lo scontro corpo a corpo. Perlomeno questo è l’obiettivo dei responsabili della federazione.

C’è chi pensa, però, che i problemi legati alla scia non saranno del tutto sradicati. “Penso che nelle curve a bassa e media velocità, le vetture saranno più vicine”, le dichiarazioni del team principal dell’Alpha Tauri nel giorno della presentazione della AT03. “Ho qualche dubbio per quelle ad alta velocità perché, con queste vetture larghe e le gomme grandi, dietro c’è sempre dell’aria sporca. Pertanto, non sono sicuro che sarà così facile stare in scia. Aspettiamo e vediamo dopo il primo test”. Per limitare la differenza in griglia fra i vari team la federazione ha anche introdotto il budget cup, un’ulteriore arma messa a disposizione soprattutto per le scuderie minor;i anche se Franz Tost ha voluto spiegare che l’impatto del tetto massimo di spesa verrà percepito non prima del 2023.

Un cambiamento così radicale dei regolamenti non nasconde però delle insidie: “Sebbene tutto sia abbastanza limitato dai regolamenti, è possibile che una squadra abbia trovato una soluzione geniale creando un vantaggio in termini di prestazioni; ma allo stesso tempo c’è il rischio di imboccare la strada sbagliata nello sviluppo.”, ha detto il direttore tecnico Jody Egginton . “Non è facile valutare dove saranno le squadre, perché è tutto nuovo, dalla parte meccanica a quella aerodinamica, anche se personalmente spero che le vetture siano più vicine tra loro”.

Secondo l’ingegnere britannico vedremo tanti nuovi concetti aerodinamici a partire dai test pre stagionali. Dopo le prime due o tre gare Alpha Tauri avrà un quadro migliore come il resto dei team del circus: “Sono abbastanza sicuro che i team abbiano avuto molto spazio per trovare soluzioni aerodinamiche innovative. Ma, allo stesso tempo, mi aspetto che i dettagli nascosti dello sviluppo aerodinamico contribuiranno in modo significativo a ciò che gli ingegneri sono in grado di spremere dai regolamenti aerodinamici”.

“Ci presenteremo tutti al primo test con un’interessante gamma di interpretazioni del regolamento e questo provocherà discussioni e indagini su possibili direzioni di sviluppo fra tutti i team”. E quindi, nonostante le nuove monoposto ad effetto suolo, nonostante le gomme da 18 pollici, almeno sul piano politico il 2022 potrebbe iniziare proprio com’è finito il 2021!

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: