Fernando Alonso resterà collaudatore e consigliere per la McLaren

Nelle ultime ore si era diffusa la voce di Fernando Alonso alla guida di una monoposto di F1 nei test pre-stagionali. La nuova McLaren MCL34 debutterà nei test di Barcellona, al via il 18 febbraio 2019, probabilmente, con al volante ancora lo spagnolo. A confermarlo Zak Brown, amministratore delegato del team inglese, che ha voluto precisare: “Non è affatto da escludere. Stiamo valutando sul da farsi e su come Fernando potrà aiutarci nel breve e nel medio periodo“.

Fernando Alonso continuerà a lavorare per la scuderia di Woking nelle vesti di collaudatore e consigliere. La McLaren ha rivoluzionato la line-up piloti per la stagione 2019 puntando su Carlos Sainz Jr. e Lando Norris. Questi ultimi saranno seguiti da Fernando Alonso e potranno beneficiare dei preziosi consigli del due volte campione del mondo asturiano. Nonostante gli scarsi risultati ottenuti alla guida della McLaren, Alonso conosce benissimo il team e gli aspetti critici della vettura.

L’importanza di chiamarsi Alonso

Fernando è estremamente intelligente e ha una vastissima esperienza inoltre ama la Formula Uno, le piste, le vetture e la competizione – ha dichiarato Zak Brown – quest’anno correva in Formula Uno e WEC mentre dal prossimo anno si concentrerà sulla IndyCar. Uno come lui è attento a ogni minimo dettaglio, tecnico e di ingegneria, non è uno di quei piloti che sale sulla monoposto e si mette a guidare senza pensare a quello che lo circonda. Vuole sapere tutto e ha grande conoscenza“.

La McLaren ha ancora bisogno dell’esperienza di Alonso in F1 ma i piloti possono stare tranquilli. Sainz e Norris godono di piena fiducia. “I nostri piloti per il 2019 sono loro e su questo non c’è alcun dubbio – ha annunciato Zak Brown – ne siamo assolutamente ben contenti. Ad ogni modo non implica che Alonso non possa essere dei nostri, sotto diversi aspetti”.

La MCL33, la vettura 2018 del team britannico, era stata definita da Brown: “Una macchina da corsa estremamente povera”. La McLaren MCL34 non potrà tradire le attese. Nel 2018 il talento di Alonso ha salvato, parzialmente, la classifica e la stagione della McLaren. La prossima annata deve essere quella della svolta definitiva.

Il binomio Alonso-McLaren continuerà…

Alonso rimane parte della famiglia, quindi penso che la sua influenza verrà in aiuto ai nostri due piloti. Conosce abbastanza bene Carlos e conosce molto bene Lando. Abbiamo due piloti di auto da corsa…quindi, finché non avremo il permesso di entrare con una terza macchina, penso che sarebbe difficile metterlo nel team“, ha chiosato Zak Brown.

Alonso punterà a vincere con McLaren la 500 Miglia di Indianapolis. Ultimo obiettivo da aggiungere alle sue vittorie di F1 a Monaco (2006 e 2007) e alla 24 Ore di Le Mans dello scorso anno per diventare il secondo pilota a vincere la Triple Crown del motorsport. Graham Hill rimane l’unico pilota della storia ad aver raggiunto una tale impresa. Ad oggi, l’addio di Fernando Alonso alla F1 pare non sia più definitivo e non è da escludere, in futuro, un clamoroso ritorno nel Circus.

Davide Russo

I believe that everyone has a calling, motorsport is my true passion! Addicted to Formula 1 🏆 Formula E ⚡️ Automotive 🖊️ FIA Accredited. Follow me: Twitter | Linkedin