Le rosse dominano ma Leclerc chiude terzo dopo un problema all’Mgu-H mentre Vettel si gira

Peggio di così non poteva andare. Un fine settimana ed una gara dominata per 40 giri è andata in fumo ad una ventina di giri dal termine, regalando alla Mercedes la seconda doppietta stagionale. Charles Leclerc aveva condotta in maniera magistrale le operazione, nonostante una partenza infelice che aveva regalato la leadership a Vettel ed il secondo posto a Bottas. Poco dopo, il monegasco si è rifatto sul finlandese, per poi riprendere il compagno di squadra. Il duello tra i due è stato da brividi, con Charles che ha sverniciato Seb salendo in cattedra.

Vettel è stato bravo a sbarazzarsi di Hamilton dopo aver subito un undercut al primo pit stop, piazzando un 1-2 che sembrava impossibile da scalfire. La Ferrari si è poi suicidata. Il campione del mondo ha attaccato il tedesco dopo la seconda fermata, con Sebastian che ha compiuto l’ennesimo testacoda mandando in fuma le speranze di doppietta.

Due curve più tardi, un’inspiegabile cedimento dell’ala che lo ha costretto al nono posto. Il tedesco ha rimontato chiudendo al quinto posto, proprio mentre si materializzava il disastro sulla rossa gemella. Leclerc ha accusato un problema all’Mgu-H, perdendo costantemente prestazione. Per le frecce d’argento è stata una passeggiata prendersi i primi due posti, mentre anche Verstappen ha cercato la rimonta sul monegasco. A salvare il suo podio una safety car, innescata dal ritiro contemporaneo delle due Renault.

Le vetture di Enstone erano in sesta ed ottava posizione, ma hanno dovuto alzare bandiera bianca. Questo ha permesso a Leclerc di conquistare il suo primo podio, ma è davvero una goccia nel mare visto la straordinaria prova di forza che aveva espresso. Vettel e la Ferrari perdono ulteriore credibilità in questa gara, con il tedesco che è nuovamente protagonista di un errore clamoroso. Strepitoso sesto posto di Lando Norris, davanti ad un solido Kimi Raikkonen con l’Alfa Romeo Racing. Primi punti per Pierre Gasly, così come per Alexander Albon con la Toro Rosso-Honda e la Racing Point di Sergio Perez. Mercedes in fuga nei mondiali, con Bottas che conserva un punto di vantaggio su Hamilton. A Leclerc la magra consolazione del giro più veloce. Si torna in pista tra due settimane in Cina.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: