Formula1 budget cap – Nella riunione di venerdì, i team hanno trovato l’accordo sulla riduzione del tetto delle spese e sulle limitazioni allo sviluppo aerodinamico.

Dopo mesi di tensioni e negoziati, finalmente la F1 Commission ha approvato le nuove restrizioni per far fronte alla grave situazione causata dal Covid-19. I team hanno trovato un accordo su tutti i punti cruciali della Formula 1 che verrà (budget cap, costo dei componenti acquistati da altri team, BoP aerodinamico), nonostante le frizioni delle scorse settimane.

Formula 1 Budget cap

La questione del budget cap, al centro della diatriba tra Ferrari e McLaren, si è risolta con un compromesso che soddisfa entrambe le parti. Il nuovo limite è fissato a 145 milioni di dollari (contro i 175 previsti inizialmente) per il 2021, che diventeranno 140 nel 2022 e infine 135 dal 2023 al 2025. La Scuderia di Maranello potrà così evitare i numerosi licenziamenti necessari in caso di una riduzione più drastica e rivalutare un impegno parallelo in un’altra categoria. Il team di Woking dovrà accontentarsi di una cifra ben più alta dei 100 milioni richiesti, ma che diminuirà sensibilmente negli anni seguenti.

power-unit-2017

Acquisto di componenti

Anche la questione dei componenti acquistati a prezzo inferiore dai team di centro gruppo, ma prodotti con costi elevati dai top team (cambio, sospensioni, ecc.), si è risolta con un compromesso. Le squadre hanno deciso di assegnare ad ogni componente un valore fisso (indipendente dalla cifra spesa) che il team acquirente dovrà scalare dal proprio budget. I top team vengono così accontentati: Red Bull in particolare si era espressa per una differenziazione tra le scuderie “produttrici” e quelle “acquirenti”. Al momento i team non hanno ancora discusso se applicare questo principio anche alle Power Unit.

BoP aerodinamico

L’introduzione del BoP (“Balance of performance”) aerodinamico dal 2021 rappresenta invece un tentativo di equilibrare i valori in pista. Il sistema consiste in un aumento progressivo del tempo permesso in galleria del vento a seconda della posizione nella classifica costruttori dell’anno precedente. Il team campione avrà a disposizione il 90% del monte ore, che aumenterà del 2,5% per ogni posizione in classifica man mano che si scende. Il team ultimo nella classifica costruttori avrà quindi a disposizione il 112,5% di ore in galleria. La forbice tra le percentuali sarà poi ampliata dal 2022: 70% di ore per il team campione, aumento del 5% per ogni posizione scalata fino ad arrivare al 115% per il team ultimo nella classifica 2021. Un’eventuale nuova scuderia avrà a disposizione lo stesso numero di ore del team ultimo in classifica.

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: