Un motore diventato famoso soprattutto in F1, ma che ha anche visto la luce su alcune delle supercar più belle di sempre.

Spesso e volentieri certe autovetture soprattutto se sportive o meglio ancora supercar/hypercar, prima che per la loro linea, la loro forma  seducente vengono anche e soprattutto ricordate per i propulsori che montano, oltre al lato prestazionale c’è anche quello tecnologico e chiamiamolo “diverso” inteso come frazionamento non “comune”.

Guardando in “casa nostra” ovvero Ferrari, Lamborghini e Pagani è quasi “d’obbligo” parlare di v12 ( per fortuna ci sono ancora gli aspirati!), uscendo dai nostri confini come non menzionare il 6 cilindri in linea di BMW, il 5 cilindri di AUDI, i v8 di Mercedes e così via…

Ma a mio avviso un’altro signor motore che vale la pena di menzionare è il v10 (ovviamente aspirato), bene parlando di v10 in campo racing per chi come il sottoscritto ha vissuto l’epoca d’oro del binomio Ferrari-Schumacher è un vero e proprio tuffo al cuore! Come dimenticare quella sorte di “violino” magico che cantava ad oltre 18.000 gir/min? Che solo ad ascoltarlo valeva l’intero importo del biglietto! Tempi bellissimi che purtroppo ( o magari chissà) non torneranno mai piu!

Ma oltre al racing ci sono state e per fortuna ci sono ancora poche ma speciali auto che montano questo glorioso motore, che mi fanno venire in mente tantissimi bei ricordi quando i progettisti non erano così “stressati” come oggi che prima di progettare da zero un motore si mettono già le mani nei capelli per cercare di renderli “più puliti” ( come se il male del mondo fossero le supercar! mah…)

Tornando di nuovo alle auto le prime che mi vengono in mente e che ho particolarmente a cuore sono: Porsche Carrera GT a mio modesto parere la miglior vettura stradale che sia mai uscita dai cancelli di Zuffenhausen! Linea ancora stupenda per non parlare poi del motore come sound molto simile alle F1 dei bei tempi.

Subito dopo metto la Lexus LFA altra pietra miliare tra le supercar di tutti i tempi e sempre secondo me ( poi giudicate voi) la migliore auto sportiva giapponese mai prodotta!

Tornando in Germania come dimenticare la mitica BMW M5 v10? Mai vista una M5 così l’unica super berlina ad aver utilizzato questo tipo di motore mi da l’idea come un buon vino che più passa il tempo e più invecchia bene!

Tornando al sottile confine tra il mondo racing e quello delle auto di serie un’altra specialissima come l‘ALFA ROMEO 164 PROCAR, ( andatevi a leggere la sua storia e capirete perchè è così speciale!).

Passando ai giorni nostri bisogna dire che per fortuna c’è chi ancora utilizza questo tipo di frazionamento ( che bella cosa!) e l’unico costruttore ( a meno che non mi sbagli) che attualmente utilizza ancora questo frazionamento è la Lamborghini, che lo utilizza fin dal 2003 quando fece debuttare la “baby” Lambo ovvero la Gallardo.

L’ultima evoluzione di questa nobile famiglia di propulsori prevede una cilindrata di 5,2 litri che va ad equipaggiare la Huracan Performante ( mamma mia che macchina!) e la Huracan Evo,  è in grado di erogare ben 640 cv e 600 nm che fa scattare queste vetture da 0 a 100 km/h in soli 2,9 sec per una velocità massima superiore ai 325 km/h, questo propulsore inoltre ( in maniera un pò più “addolcita”) viene anche montato sulla “cugina” ovvero l’Audi R8.

Tornando alla parte diciamo più tecnica di questo propulsore va detto che almeno all’inizio i progettisti avevano qualche grattacapo da risolvere, dovuto soprattutto al suo bilanciamento che a differenza dei v12 non è perfetto, tra le varie soluzioni adottate dai tecnici ci sono l’angolo tra le bancate fissato a 90° ed i contralberi per l’equilibratura, tra i vantaggi ( che poi fu questa la scelta che fece abbandonare la Ferrari i v12 in favore dei v10) sempre rispetto ad un v12 il v10 è più piccolo, più leggero, si riesce a raffreddare meglio grazie ad un minor volume della massa radiante ed ha una potenza simile ai v12 e nettamente superiore ai v8.

Quindi in conclusione anche i motori v10 sempre più rari meritano un posto di diritto tra i migliori motori mai costruiti sia a livello di competizioni e soprattutto a livello stradale, spero che in futuro questi propulsori riescano a sopravvivere alle sempre più restrittive normative antinquinamento e magari chissà torneranno di moda ( ma la vedo dura purtroppo) anche su alcune vetture moderne, magari anche la Ferrari con un bel v10 aspirato  visto che per le sue vetture stradali la casa di Maranello non ha mai utilizzato quest’architettura motoristica.

A proposito dell'autore

Ho una grande passione per il mondo auto/moto mi affascina la tecnica, e amo guidare qualsiasi mezzo purchè abbia un motore!

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: