V12 aspirato: Aristocrazia motoristica

Un’architettura sempre più rara, ma che non perde mai il suo fascino!

Un vero motore deve avere 12 cilindri e pistoni grandi come fiaschi di vino“. A più di 30 anni dalla morte di Enzo Ferrari  quanto conta ancora questa frase? Già perchè, oggi giorno vedere questo frazionamento così nobile e naturalmente aspirato è sempre più difficile, causa le sempre più restringenti normative antinquinamento si è preferito passare a motori meno frazionati e turbocompressi. Che si per carità hanno raggiunto standard elevatissimi come affidabilità, potenza. erogazione e soprattutto il turbolag è solo un lontano ricordo… ma allora che senso hanno i 12 cilindri?Solo ad avere più ingombro, peso e consumi maggiori“, direbbe qualcuno.

Sinceramente credo che non siano  soltanto dei  motori plurifrazionati, ma sono qualcosa di più! Per me sono delle vere e proprie opere d’arte da ammirare anche quando sono spenti per vedere si la complessità meccanica, ma anche tutta la loro bellezza. Per chi poi come il sottoscritto ama sentire il sound di un motore beh non c’è niente di meglio del canto del 12 cilindri, una vera e propria sinfonia che cresce man mano al salire dei giri che sembra non finire mai, per fortuna ci sono alcune case che hanno fatto del 12 cilindri una vera e propria bandiera come la Ferrari appunto o Lamborghini oppure la Pagani, anche se la Huayra non è aspirata ma turbo, appunto case automobilistiche che sono passate alla storia, anche e soprattutto per via dei loro gloriosi 12 cilindri. Tecnicamente poi c’è da dire che il V12 è un motore perfettamente bilanciato sopratutto a livello di vibrazioni, inoltre la soluzione più utilizzata per dividere le bancate dei cilindri è una V con angolo compreso tra i 60 ed i 65°.

Infine, in questo periodo, dove tutto sembra “appiattirsi” e dove tutto sembra uniformarsi, c’è ancora chi ha “il coraggio” di produrre i meravigliosi V12 aspirati, vere e proprie opere d’arte e come opere d’arte vanno ammirati, ma soprattutto ascoltati! Ancora, ancora ed ancora una volta! Tutt’altro che “semplici” motori dovrebbero farli diventare patrimonio dell’UNESCO!

Enzo De Carlo

Ho una grande passione per il mondo auto/moto mi affascina la tecnica, e amo guidare qualsiasi mezzo purchè abbia un motore! Redattore per newsf1