Un motore iconico per BMW che da sempre la contraddistingue, unendo tradizione e tecnologia.

Ci sono motori che rappresentano “la bandiera” di una determinata casa automobilistica, motori che racchiudono in se tutta la storia ma al tempo stesso, tutta la tecnologia di quell’azienda, se per Ferrari o Lamborghini il motore simbolo per antonomasia che coniuga tradizione, nobiltà e prestazioni è il 12 cilindri aspirato per BMW il suo motore storico, iconico è  sicuramente  il suo 6 cilindri in linea.

Un motore storico il 6 cilindri in linea  per la casa bavarese, infatti sin dal 1933 la BMW ha sempre avuto nei suoi listini  un modello di auto con motore a 6 cilindri. Attenzione però a differenza di altri competitor la casa di monaco ha sempre utilizzato un architettura in linea e non a “v” per i suoi motori, questo per diversi motivi, tra cui, quello di omaggiare i leggendari motori aeronautici che la BMW  produceva  infatti anche il simbolo della bmw è un chiaro riferimento a quell’epoca, esso  simboleggia un’elica bianca nel cielo azzurro.

Appunto quei motori  erano 6 cilindri in linea, ma non è semplicemente per fare  un’omaggio e quell’epoca ed a quei motori che la BMW produce tutt’ora i suoi 6 cilindri in linea  ma anche e soprattutto perchè un 6 cilindri in linea tecnicamente è un motore perfettamente equilibrato, molto simile ai v12. E di motori storici ed altamente performanti ne sono usciti dalla fabbrica “dell’elica” con questo tipo di architettura!

Come non citare il mitico 3.2 della  BMW M3 e46 a detta di molti il miglior 6 cilindri in linea aspirato del reparto M ovvero Motorsport la divisione sportiva ad alte prestazioni di BMW, poi dopo la parentesi della BMW M3 v8  si ritornò al 6 cilindri in linea, questa volta però non più in versione aspirata ma turbo per via delle sempre più restrittive normative antinquinamento. Un motore estremamente performante che nella sua evoluzione più spinta che va ad equipaggiare la M4 competition eroga ben 510 cv.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: