Lewis porta a casa un’altra pole position e confessa che questa volta è stata molto difficile per via dell’asfalto molto caldo, quasi 55°. bisognava ottimizzare la performance degli pneumatici per non rovinarli sfruttandoli comunque al meglio.

sicuramente molto importante è stato il timing che la squadra gli ha indicato per uscire in pista visto che durante la qualifica non ha avuto alcun tipo di fastidio da altri piloti, nemmeno da Bottas.

Il pilota britannico riconosce ancora una volta il talento di Valteri Bottas che questa volta sembrava davvero molto motivato fino alla fine.

Alla domanda sul nuovo asfalto risponde che in realtà secondo lui la performance è dovuta maggiormente ad una macchina che continua a crescere di gara in gara. L’anno scorso il pacchetto era buono, ma consolidato. Quest’anno cambia di volta in volta, ma sorprende quanto la macchina sia sempre più bella da guidare.

Conclude avvisando che la Ferrari è vicina e che comunque per la gara Leclerc è sempre molto combattivo. Potranno esserci belle battaglie.

Valteri, invece, appare sconfortato perchè, a suo dire, è stato un ottimo weekend fino ad ora. La prima posizione poteva arrivare e in realtà non c’è stato un problema unico e grande. Sono stati piccoli dettagli che gli hanno impedito di ottenere la pole. Una fra tutti, viene citato il discorso del vento che ha cambiato direzione tra le FP3 e la qualifica e ha creato delle difficoltà.

Leclerc è soddisfatto del weekend e si dice soddisfatto di come la macchina e la squadra sia state ben gestite per mettere la vettura nella finestra giusta per il Q3.

 

Ovviamente ammette che il lavoro da fare è ancora molto ed effettivamente il gap da colmare è grande.
La Mercedes ha ancora un altro passo dalla rossa e, a suo dire, nonostante alcuni buoni aggiornamenti, il team deve capire perchè parte delle soluzioni fino ad ora portate non hanno contribuito a realizzare la prestazione sperata.

Non crede comunque che la squadra abbia perso tempo dietro alla penalità di Vettel, dicendo che dal suo punto di vista il weekend è stato gestito come tutti gli altri. Senza intoppi e con buona concentrazione per ottenere il risultato.

Nonostante più volte durante le qualifiche abbia sollecitato la squadra tramite radio per far accelerare Vettel, si dichiara soddisfatto e non reputa che il tedesco abbia compromesso la sua prestazione.

Ora manca solo la gara, ma è evidente la supremazia della stella d’argento. Leclerc può essere un fastidio per i due piloti della Mercedes e se cosi fosse la bagarre sarà particolarmente eccitante.

A presto

da Alberto Aimar.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: