Il manager irlandese è tornato alla carica, suggerendo al sei volte campione del mondo di unirsi alla Red Bull per combattere ad armi pari contro Max Verstappen.

Dopo aver lanciato la clamorosa e improbabile indiscrezione di un addio alla F1 del team ufficiale Mercedes, Eddie Jordan è tornato a parlare, concentrandosi stavolta sul futuro di Lewis Hamilton e Max Verstappen. L’irlandese, ex proprietario dell’omonimo team di F1 dal 1991 al 2005, ha voluto esprimere, ai microfoni di Ziggo Sport, il desiderio di vedere il campione britannico in Red Bull, in modo da assistere ad una lotta ad armi pari tra lui e il fenomeno olandese. Uno scenario destinato a non realizzarsi, visto che Hamilton sembra prossimo al rinnovo con Mercedes, ma certamente allettante.

Eddie_jordan

Eddie_jordan

Questo il consiglio dato da Jordan al sei volte campione del mondo: “Credo che Hamilton dovrebbe andare in Red Bull e non in Ferrari. Sarebbe perfetto, perché al momento il miglior giovane della F1 è senza dubbio Max Verstappen. Il suo stile, la sua velocità, la sua intelligenza, il suo controllo e la sua arroganza, della quale tutti i campioni hanno bisogno, sono lampanti. Non ho idea se abbia preso da Jos, ma il suo è un talento incredibile. E io credo che se avesse come compagno di squadra uno come Hamilton, sarebbe capace di batterlo”.

Verstappen spa

Verstappen spa

L’irlandese tiene in grande considerazione Hamilton, destinato a diventare il pilota più vincente della storia della F1, ma allo stesso tempo riconosce in Verstappen il rivale più temibile al trono della F1: “Credo che alla fine di questa stagione Lewis diventerà il più grande di tutti. Bisogna ammettere che è allo stesso livello di Prost, Senna e Schumacher. E credo che stia per sorpassarli, almeno finché Max non metterà tutti i tasselli insieme. Quando Verstappen comincerà a vincere, sarà allo stesso livello. Non credo che la Red Bull sia così lontana. Sono molto vicini alla Mercedes e quest’anno sono stati pure sfortunati: abbiamo visto alcuni ritiri per Max e qualche altro problema tecnico. Credo che il motore Honda sia alla pari con quello Mercedes, o almeno lo sarà presto. Perciò ho detto ad Adrian Newey che la Red Bull deve costruire una macchina migliore: con un pilota come Verstappen, il titolo sarebbe alla portata”.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: