Pazzesco sorpasso del tedesco che a due curve dal traguardo scavalca il portoghese e regala alla BMW il secondo successo stagionale a Santiago.

Emozioni a raffica nel terzo appuntamento stagionale con la Formula E, dove la gara di Santiago Del Cile ha visto nuovamente primeggiare una BMW. Se in gara 2 in Arabia Saudita era stato Alexander Sims ad imporsi, oggi è toccato ad un fantastico Maximilian Gunther portare a casa il bottino più importante. Il tutto si è deciso nelle battute finali della corsa, con il tedesco e la DS Techeetah di Antonio Felix Da Costa che hanno dato vita ad una splendida lotta. Terzo posto arrivato in extremis per la Jaguar di Mitch Evans.

Alla partenza di Santiago Pascal Wehrlein scatta bene ed infila la BMW di Gunther mentre Mitch Evans su Jaguar tiene bene il comando delle operazioni. Non benissimo Felipe Massa che perde un paio di posizioni con Oliver Turvey che si insinua al quarto posto. Succede di tutto nelle retrovie con il tornante che mette in difficoltà diversi piloti. La vittima è Neel Jani che rientra subito ai box con la gara compromessa. Anche l’altra Porsche di Andrè Lotterer deve alzare presto bandiera bianca, una giornata nera per il costruttore di Stoccarda. Disastro per la BMW con Sims che si ritira dopo pochi passaggi, mentre si gira Sam Bird che riesce a ripartire in fretta.

La lotta per il primo posto è splendida tra Evans e Gunther, con il tedesco che si inventa uno splendido sorpasso salendo in testa al gruppo. Gara negativa anche per il campione del mondo Jean Eric Vergne che a causa della perdita del parafango anteriore è costretto a cedere il passo ai rivali, mentre perde terreno anche Massa sulla sua Venturi. Nelle prime posizioni si fa largo Felix Da Costa, che sfila gli avversari sino a confrontarsi direttamente col leader Gunther. Il portoghese attacca l’avversario a tre giri dal termine prendendosi la vetta, ma il consumo elevato della batteria lo costringe a ridurre l’andatura. La BMW del rivale resta dunque a contatto, e con un fantastico attacco all’ultimo passaggio riesce a riprendere il comando delle operazioni. Gunther vince dunque a Santiago ed è il più giovane vincitore della storia della catagoria davanti a Da Costa, mentre la Jaguar agguanta un podio con Evans. Quinto e sesto posto per le Mercedes di De Vries e Vandoorne. Male l’Audi che è settima con Di Grassi. Prossimo appuntamento il 15 febbraio in Messico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: