100 vittorie per Hamilton che azzecca l’ingresso al box sulla pioggia nel finale e trionfa a Sochi, davanti a Verstappen e Sainz. Beffa per Norris che dopo aver dominato sbaglia la scelta e non monta le intermedie, chiudendo settimo.

Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio di Russia a Sochi, agganciando la vittoria numero 100 della carriera. Si è trattato di una gara pazzesca, condita nel finale dall’arrivo del diluvio che ha beffato Lando Norris, il quale aveva dominato la corsa a bordo della McLaren. Il poleman aveva gestito alla perfezione la rimonta del campione del mondo, ma ha deciso di suo pugno di non rientrare per mettere e Intermedie, scelta rivelatasi fatale visto l’arrivo del diluvio.

Il secondo posto lo ha conquistato uno straordinario Max Verstappen, che partiva dal fondo con la Red Bull targata Honda. L’olandese è stato perfetto nel limitare i danni in una domenica che si preannunciava durissima, e lascerà la Russia con soli 2 punti di ritardo nel campionato. Bravo Carlos Sainz che riporta la Ferrari sul podio, dopo aver anche condotto la corsa nei primi dieci giri a seguito di una partenza eccezionale. Quarto Daniel Ricciardo davanti a Valtteri Bottas sull’altra W12, che dopo una gara disputata nelle retrovie ha approfittato alla grande del bagnato per tornare tra i primi. Sesta l’Alpine di Fernando Alonso, davanti a Norris e ad un fantastico Kimi Raikkonen che è ottavo con l’Alfa Romeo Racing. Sergio Perez è nono davanti alla Williams di George Russell che ha chiuso la top ten. Solo quindicesimo Charles Leclerc, che come Perez e Norris è stato quello più penalizzato dalla scelta di non cambiare le gomme.

Al via succede di tutto: Sainz dopo uno scatto non felicissimo approfitta della scia di Norris, e nonostante un bloccaggio riesce a strappargli la prima posizione all’esterno. Hamilton perde posizioni e scivola in settima, liberandosi poco dopo di Alonso. Perfetta anche la partenza di Leclerc che sale rapidamente in dodicesima posizione, nonostante l’utilizzo della gomma Dura contro le Medie del gruppone in testa. Anche Bottas e Verstappen sono partiti dalle retrovie con la bianca.

Il sogno rosso dura una decina di giri, poi le gomme della Ferrari crollano e Norris si riprende agevolmente la testa. Sainz decide di rientrare, ma nonostante la mescola Dura nuova non ha minimamente il ritmo dell’avversario della McLaren. Dopo la sarabanda delle soste, Hamilton riesce a raggiungere e passare la Ferrari dello spagnolo, mettendosi a caccia di Lando che ha mantenuto il comando anche dopo il pit. Tantissimi problemi ai box per molte squadre, ne fanno le spese soprattutto Ferrari e Red Bull con Leclerc e Perez che perdono secondi preziosi.

Hamilton prosegue la sua rimonta a Norris, mentre Sainz tiene dietro Ricciardo, Perez e Verstappen. Dotato di gomma più fresca, Alonso si libera di Max sul rettilineo dei box, favorito da un’Alpine in gran forma. Nel finale arriva la pioggia, e la battaglia per la vittoria si accende ulteriormente. Perez si libera di Sainz e gli strappa il podio, mentre Alonso supera Ricciardo e sale quinto. Lo spagnolo sbaglia e scivola addirittura settimo, rientrando poi ai box per l’Intermedia con Verstappen. Nella lotta davanti, Norris decide di non fermarsi, mentre Hamilton opta per la tattica opposta. La pioggia aumenta e succede di tutto: per il britannico i sogni di vittoria sfumano, la Mercedes di Hamilton vola a vincere a Sochi davanti a Verstappen e Sainz, mentre Norris sprofonda indietro così come Leclerc che è protagonista anche di un testacoda. Prossimo appuntamento in Turchia tra due settimane.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: