Formula 1 – Ritardo della Safety Car dopo l’incidente di Max Verstappen. Sarà questa la delicata questione che si porrà sul tavolo della FIA e a sollevarla sarà principalmente Charles Leclerc, visibilmente furioso durante e post gara.

Il pilota della Ferrari, infatti, chiederà alla FIA perché una Safety Car non è stata schierata prima dopo l’incidente del Gran Premio dell’Azerbaigian di Max Verstappen a 3 giri dal termine. “E’ uno scherzo?!” ha gridato alla radio. Prima Stroll una decina di giri primi e poi l’Olandese. A causare entrambi gli incidenti lo scoppio della posteriore sinistra, forse a causa di alcuni detriti sull’asfalto. Ma la questione cardine rimane solo una: “perché la SC non è stata fatta uscire subito?”. Ci sono voluti poco meno di 20 secondi per l’emissione della doppia bandiera gialla e quasi un minuto e mezzo per l’attivazione della Safety.

Nel frattempo tutti gli altri piloti hanno avuto almeno un giro a disposizione ancora prima che venissero fermati per entrare in Pit. La preoccupazione maggiore è che l’incidente sia avvenuto proprio sull’unico lungo rettilineo che la pista di Baku possiede e, dunque, è stato molto pericoloso far transitare per troppo tempo i piloti senza una comunicazione su una possibile SC.

Ovviamente Leclerc ha aggiunto: “Tutti potevano vedere l’incidente, tutti sapevano che l’auto era a destra della barriera, e credo anche che tutti dovrebbero rallentare significativamente in quelle condizioni”

Una questione di intelligenza, dunque. Vedo l’incidente e di colpo rallento. Ma le bandiere e le SC esistono per uno scopo e a 300 KM/H possono essere determinanti. Leclerc e Sainz condividono questo dubbio a cui la FIA dovrà dare una chiara risposta efficace.

Instagram https://www.instagram.com/newsf1.it/
Pagina https://www.facebook.com/notizief1
Twitter : https://twitter.com/Graftechweb
Leggi il libro di Aimar Alberto https://amzn.to/3rzWb

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: