Le prime analisi di Pirelli fanno pensare che le forature avvenute a Baku siano state causate da detriti colpiti dalle vetture di Stroll e Verstappen.

Tra i principali fattori che hanno contribuito a rendere folle il GP dell’Azerbaijan non possono certamente mancare gli pneumatici Pirelli, che purtroppo hanno subito due pericolosi cedimenti sul lungo rettilineo di Baku. Il primo è avvenuto al trentunesimo giro, quando Lance Stroll, fin lì autore di un’ottima gara, ha perso il controllo della sua Aston Martin appena dopo curva 20. Il secondo, occorso alla quarantaseiesima tornata, ha invece portato al ritiro il leader della corsa Max Verstappen, che ha dunque perso una ghiotta occasione per allungare in classifica su Lewis Hamilton. In entrambi i casi a cedere improvvisamente è stata la posteriore sinistra, e dalle immagini non è sembrato che le vetture abbiano urtato alcun detrito disperso sul circuito. Queste coincidenze hanno fatto subito pensare ad un cedimento non collegato a fattori esterni, ma dalle prime analisi dell’azienda milanese pare che la causa più realistica possano essere proprio dei tagli provocati da detriti.

“Ci sono già delle prime evidenze…” – ha rivelato Pirelli nel suo comunicato stampa post-gara – “…sulle possibili cause dei due incidenti, entrambi i quali hanno coinvolto la posteriore sinistra. Nessuno degli altri pneumatici in gara, con numero di giri pari o anche superiore, ha mostrato alcun segno di usura eccessiva. Nello stesso stint, è stato riscontrato un taglio sulla posteriore sinistra di Lewis Hamilton. Non sono state avvertite dai piloti vibrazioni prima di questi incidenti, e la posteriore sinistra non è la più sollecitata su questo tracciato. Tutte queste considerazioni fanno pensare ad un fattore esterno“.

Queste invece le parole del responsabile F1 di Pirelli Mario Isola: “Chiaramente dobbiamo analizzare le cause degli incidenti occorsi a Lance Stroll e Max Verstappen per capire cosa sia successo. In base alle prime evidenze, possiamo dire che è stato rinvenuto un taglio anche sul pneumatico posteriore sinistro usato da Hamilton in un tracciato che sollecita però maggiormente la posteriore destra. Non ci sono stati segnali di allerta o vibrazioni e nessuna degli altri pneumatici utilizzati per un numero di giri pari o superiore ha mostrato segni di usura eccessiva. Non possiamo escludere che questi improvvisi sgonfiamenti siano stati causati da un fattore esterno: questi episodi non devono succedere e comprendiamo la necessità dei piloti di avere delle risposte su quanto accaduto”.

Max Verstappen, citato da Autosport, non ha tuttavia avuto parole dolci per il fornitore italiano, sostenendo, che è improbabile che sia stato un pezzo di carbonio a causare il cedimento della sua posteriore sinistra:[…] Parleremo sicuramente con la Pirelli, ma sappiamo già quale sarà la risposta ed è difficile accettarla. I cedimenti saranno ricondotti a dei detriti. Ovviamente se ne parlerà, anche la Pirelli non è contenta degli eventi di oggi, ma ciò non cambierà il risultato della mia gara. […] Non penso di aver spinto eccessivamente, non stavo mettendo le gomme alla frusta. Era tutto sotto controllo e non ho percepito vibrazioni prima della rottura. E’ difficile che siano stati dei detriti: ogni giro tutti hanno percorso la stessa traiettoria perché volevano rimanere nella scia, perciò è molto strano che sia successo a me. Credo che i commissari abbiano pulito la pista dopo l’incidente di Stroll, ma probabilmente la Pirelli dirà che sono stati detriti sul circuito”.

“E’ successo lo stesso ad Imola lo scorso anno…” – ha concluso l’olandese – “…perciò non puoi dire nulla al riguardo. Il fatto è che non è esplosa solo la mia gomma, ma anche quella di Stroll. E’ frustrante, con un po’ di fortuna siamo ancora primi in campionato, ma aprire il gap sarebbe stato molto più importante”. Per conoscere il verdetto ufficiale di Pirelli bisognerà attendere ancora un po’: il fornitore italiano condurrà accuratissime analisi in sede e renderà noti i risultati solo dopo aver compreso con sicurezza le cause dei cedimenti.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: