Torna la F1 , torna Silverstone, torna l’emozione e con loro la tanto e discussa novità: la Gara Sprint del sabato.

Ci siamo. Questa settimana debutterà finalmente la Gara Sprint. Scopriremo, in un modo o nell’altro, se questa novità merita di essere proposta ad ogni Gran Premio o risulterà un vero e proprio “flop“. La Gara Sprint non è altro che una mini gara, di 17 giri, per determinare l’ordine di partenza della gara vera e propria della domenica. Andrà a sostituire, sostanzialmente, le qualifiche del sabato. L’interessante dato riguarda anche le gomme. per la gara di domenica, ci sarà scelta libera sulla mescola di partenza da utilizzare. Essendo un’altra occasione di grande velocità e opportunità di dimostrare qualcosa, alcuni piloti potrebbero “giovarne” o complicarsi l’intero weekend.

L’importante novità che aumenterà la spettacolarizzazione è il taglio di comunicazione tra muretto box e piloti. Il muretto continuerà a guidare i piloti su temperature degli pneumatici, consumo di carburante e ogni altro parametro cruciale delle prestazioni, consigliandoli di conseguenza. Ma tuttavia ci sarà un divieto di telemetria e radio (oltre che per avvisi di sicurezza).

I favoriti, manco a dirlo, rimangono i due piloti della Red Bull. Chi sono, invece, coloro che potrebbero trovare questa novità pane per i loro denti e l’occasione giusta per emergere?

Fernando Alonso

Fernando Alonso è considerato il candidato perfetto che potrebbe dare il tutto e per tutto in questo nuovo format. Per lui quest’anno si tratta solo di tornare al suo meglio e di porre le basi per il prossimo anno e, perché no, anche oltre. Lo abbiamo già visto in queste settimane quanto il suo livello si sia alzato ed essendo un anno di transizione non è minimamente interessato alle posizioni in campionato. Quale opportunità migliore per osare di più che la Sprint Race?

Valtteri Bottas

Il finlandese della Mercedes pare trovarsi in un limbo infinito. Tra le voci di mercato che lo vedono già sostituito da Russel, dai risultati non proprio soddisfacenti e dall’evidente pressione, continua a fare sempre il suo lavoro con calma e sobrietà, trovando questa settimana l’occasione giusta per poter affrontare i fantasmi del passato e far emergere il carattere fin ora nascosto.

Charles Leclerc

Il Monegasco non sta facendo male. Tuttavia, il suo lato molto propositivo e per niente timido, potrebbe rappresentare il fattore vincente per la Gara Sprint che dovrà essere affrontata con caparbietà e attenzione. Il suo DNA è solo un attacco completo e come ha detto Franz Tost: “È più facile calmare un ragazzo veloce che accelerare uno lento”.

YUKI TSUNODA

Il giapponese ha fin da subito fatto vedere di che pasta è fatto. Forse troppo. Dopo il Gran Premio che ha aperto il mondiale conquistando i primi punti, è stato tutta una discesa. Questa settimana potrebbe essere l’occasione giusta per lui per dimostrare il grande potenziale che si cela dietro i tanti errori commessi fin ora.

George Russell

Infine, ma non per importanza, George Russel correrà in casa. L’inglese, soprannominato “lo sfortunato”, è da mesi che cerca di guadagnare i suoi primi punti trovando sempre una qualche difficoltà. Questa settimana, con il pubblico che farà il tifo per lui, avrà un’altra occasione per guadagnarsi il rispetto e la giusta ricompensa dopo tanto lavoro.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: