Il Racing Director della Ferrari crede che il format della Qualifica Sprint potrebbe rivelarsi molto interessante per gli appassionati.

Mancano ormai pochissimi giorni al GP di Gran Bretagna, durante il quale la F1 sperimenterà un format totalmente inedito, che prevede la tanto discussa Qualifica Sprint al sabato. Questo evento ha catturato l’attenzione di tutti gli appassionati e gli addetti ai lavori, che attendono con ansia la risposta del pubblico: se il format non piacerà dopo i tre test di Silverstone, Monza ed Interlagos, il circus tornerà sui propri passi e manterrà la classica struttura del weekend; in caso contrario, le alte sfere potrebbero decidere di aumentare il numero di eventi con Qualifica Sprint nel 2022, portandolo probabilmente a sei. Da parte loro, i team hanno sempre sostenuto questa proposta, e la Ferrari non fa eccezione. Tutt’altro: la Rossa sembra una delle scuderie più favorevoli alla Qualifica Sprint, come dimostrato dall’entusiasmo di Laurent Mekies nel video di presentazione del nuovo format.

“Quest’anno proveremo il nuovo format della Qualifica Sprint in tre weekend…” – ha detto il francese – “…e il primo sarà quello di Silverstone. Come funzionerà? Il venerdì ci sarà una sola sessione di prove libere, poiché la qualifica tradizionale sarà anticipata proprio al venerdì pomeriggio, sostituendo le FP2. Si tratta della solita sessione che siamo abituati a vivere il sabato pomeriggio, solo che si terrà un giorno prima. I risultati della qualifica tradizionale designeranno la griglia di partenza della cosiddetta Qualifica Sprint, che in sostanza è una gara di 100 km in cui i nostri piloti spingeranno al massimo per ottenere la miglior posizione possibile. Questo perché il risultato della Qualifica Sprint determinerà la griglia per il consueto Gran Premio della domenica. Quindi nel weekend ci saranno due partenze, una mini-gara ed una gara lunga, senza dimenticare la qualifica”.

“In sostanza…” – ha aggiunto Mekies – “…l’obiettivo è aumentare il divertimento per i fan, e non vediamo davvero l’ora di vedere come andrà, come la squadra e i piloti si comporteranno e si adatteranno nei confronti di questa nuova sfida. Pensiamo comunque che si rivelerà davvero emozionante, ma vedremo dopo la gara di Silverstone“.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: