Max Verstappen ha vinto la gara di Imola in maniera dominante, mentre un errore a fine gara ha visto il suo rivale della Ferrari finire poi sesto, dopo quello che sembrava essere un terzo posto assicurato.

Il campione del mondo in carica di Formula 1 ha difeso l’errore di Leclerc, suggerendo che queste cose accadono, parlando ai media dopo la gara all’Autodromo Internazionale Enzo & Dino Ferrari.

“Stava spingendo al massimo per provare a combattere Checo (Perez). È doloroso, ma penso che lo sappia lui stesso. Non ha bisogno di sentirlo da nessuno qui dentro. È ancora un campionato lungo, si possono ancora guadagnare molti punti”, ha aggiunto Verstappen.

“Non è eccezionale, ma non puoi cambiarlo ora e lui non lo ha fatto certo apposta”.

L’incidente di Leclerc è arrivato dopo un secondo pitstop ritardato della Ferrari, che lo ha messo su gomme Soft nuove, dopo che si sono resi conto che non c’era possibilità di raggiungere le Red Bull di testa con una strategia convenzionale.

A Verstappen è stato chiesto della sua reazione a ciò che ha fatto la Ferrari, e lui ha risposto ridendo: “Era già tutto programmato. Se avessero fatto loro il pit-stop avrei avuto la possibilità di farlo anche io essendo in prima fila. È sempre più bello guidare con pneumatici più nuovi rispetto a quelli vecchi. Sarei potuto arrivare fino alla fine”, ha riflettuto l’olandese.

Leclerc fermamente convinto di non essere sotto pressione

È stato un weekend importante per la Ferrari che per la prima volta da un po’ di tempo correva sul proprio terreno con una vettura competitiva, la F1-75, il che suggeriva che la squadra e i suoi piloti potessero essere sotto pressione , ma Leclerc ha negato che quest’ultima abbia avuto un ruolo nel suo errore.

“No, non c’era”, ha affermato. “Questo è quello che penso almeno. Ovviamente abbiamo avuto pressioni, non solo oggi, ma per tutto il weekend. Non credo di aver commesso molti errori prima di oggi. È stato uno sbaglio che mi è costato molto e da esso imparerò. Ma no, da parte mia non c’è stata alcuna pressione aggiuntiva di sorta”, ha insistito il quattro volte vincitore della gara.

“Imparerò da esso e non lo farò più”, ha sottolineato un provocatorio Leclerc. “Con l’errore, in realtà, ho perso solo sette punti rispetto a quello che avrei potuto conquistare. Ma sono sette punti che potrebbero essere preziosi alla fine della stagione”, ha ammesso, pensando chiaramente allo sviluppo a lungo termine della lotta per il titolo di quest’anno.

“Ogni punto conta quando stai lottando per il titolo, quindi non accadrà di nuovo”, ha assicurato il 24enne.

Leclerc guida ancora il Campionato Piloti con 86 punti, ma Verstappen è ora secondo, 27 punti dietro di lui, con un divario di 46 punti tra i due prima del weekend di gara di Imola.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: