La prima curva al Red Bull Ring ha creato non pochi problemi nell’ultimo weekend, soprattutto “polemiche”. Alonso, infatti, si è sentito “un po’ stupido” nel rispettare i limiti credendo di aver perso posizioni a causa di piloti che invece andavano larghi.

Nell’ultimo Gran Premio disputato, il secondo round in Austria, il pilota spagnolo dell’Alpine è partito 14°esimo in griglia cercando subito di superare Charles Leclerc e Daniel Ricciardo all’interno proprio della curva 1.

L’Australiano, tuttavia, ha tenuto testa all’avversario rimanendo davanti ad Alonso superando i normali limiti della pista. Il pilota dell’Alpine si è fatto subito sentire nel team radio manifestando l’ovvio pensiero di una penalità di lì a poco. Sotto la safety car Alonso ha aggiunto: “Deve rinunciare ad almeno sei posizioni. E deve farlo ora, non al pit stop e tutte queste cose”. L’incidente poi non è stato formalmente indagato dagli steward, ma hanno visto cosa è successo. Sotto la safety car, Ricciardo ha ottenuto quattro posizioni di vantaggio su Alonso, finendo poi settimo per la McLaren.

Parlando dopo la gara in Austria, Alonso ha spiegato che la stessa cosa era successa nel Gran Premio della Stiria una settimana prima, lasciandolo frustrato.

“Abbiamo corso due volte qui in due fine settimana e sono stato l’unico a sorpassare le vetture all’inizio e frenare molto tardi alla curva 1 all’interno”, ha detto lo spagnolo dopo la gara. “Questa volta ho superato Ricciardo e Leclerc, sono andati fuori pista all’uscita della curva 1 e sono usciti davanti a me. Penso fosse molto ingiusto oggi di nuovo. Sono stato l’unico a fare la curva, quindi ti senti un po’ stupido“.

Alonso era 15° dietro la safety car, ed è stato in grado di recuperare per conquistare un punto per la decima posizione, ma ha ovviamente pensato che un risultato migliore sarebbe stato possibile senza le “mosse” della curva 1.

“Oggi partendo 14°, se sei P11 o P12 al giro 1, puoi ancora finire P8 o P7, quindi è stato positivo vederlo.

Michael Mas

Michael Masi spegne le polemiche

Il direttore di gara della FIA Michael Masi è rimasto indifferente alla lamentela di Alonso, credendo di non aver perso alcuna posizione a causa dei piloti che sono usciti larghi nel primo giro. “Una delle cose che abbiamo detto, e questo è successo dal Paul Ricard 2019, è stata che nel primo giro e in quelle prime due curve, un’auto deve essere dietro l’auto che è entrata nella curva dietro”, ha detto Masi. “Abbiamo esaminato l’incidente a cui si riferiva Fernando, e dagli angoli che potevamo vedere in quel momento, era esattamente quello che era successo. Questo è il principio generale, perché soprattutto in circostanze del genere, tutti hanno chiesto di guardare a quelle cose per aiutare i piloti e le squadre se necessario”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: