Dopo il corposo cambio regolamentare annunciato per la sesta edizione della Formula E, si stanno già iniziando a profilare alcune ulteriori modifiche in vista del campionato di Formula E season 7. In particolare i temi al centro di possibili cambiamenti sono due: il peso minimo del pilota e la limitazione delle giornate di test.

Giornate di test

Il primo aspetto sul quale i team vorrebbero apportare alcune modifiche riguarda le giornate di test disponibili durante l’intera stagione. Al momento sono 15 per i team clienti e 22 per i motoristi. A questo valore si devono aggiungere le 6 giornate totali di test prestagionali e in-season, che portano le squadre ad avere un totale di giornate a disposizione pari a 21 o 28, numeri effettivamente molto alti. Quest’anno le giornate di test sono state effettivamente necessarie visto il passaggio dalle Gen1 alle Gen2, il prossimo anno resteranno tali per via dell’atteso ingresso in Formula E della Mercedes e della Porsche, ma, visto il mantenimento del regolamento tecnico fino al 2022, vi è la speranza da parte dei team che dal 2020 le giornate di test vengano ridotte.

Peso minimo nel 2020

La regola attuale in tema di peso complessivo della vettura prevede che sia di almeno 900 kg, ma non vi sono indicazioni specifiche circa il peso del pilota. Con la regola che però dovrebbe entrare in vigore nel 2020, il peso complessivo del pilota, del sedile e della zavorra dovrà essere di almeno 80 kg. Questo valore è già stato preso come riferimento anche in Formula 1 e serve a favorire da un lato i piloti con più massa muscolare che possono così osservare con meno rigidità le diete a cui sono sottoposti, mentre dall’altro lato permette ai piloti più leggeri di poter godere di una zavorra maggiore per migliorare il set-up della vettura in base alle esigenze.

Il parere di Lucas Di Grassi

L’introduzione probabile di questa regola in futuro è stata già accolta positivamente da Lucas Di Grassi: “Sono molto contento perché credo che questa sia la strada giusta da prendere. Questo tipo di regola deve andare bene per tutti, quindi occorre del tempo per confermarla – ha affermato l’alfiere dell’AudiSono felice che almeno per il campionato di Formula E season 7 si stia lavorando in questa direzione. Tanto, come in F1, tutti hanno più o meno la stessa massa, quindi non può che essere positivo”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: