F1: I due Ferraristi non sembrano molto soddisfatti per il risultato ottenuto, anzi:

F1: Nel weekend messicano è indubbio che in Ferrari si aspettassero qualcosina in più, e anche Mattia Binotto alla vigilia aveva tralasciato tutta la sua fiducia; fiducia che però non sembra che si sia tramutata in qualcosa di più concreto.

Parlando dello spagnolo, non è la prima volta che Carlos Sainz riesce a battere il proprio compagno di squadra in qualifica. Lo spagnolo ha dimostrato ai tifosi di essere non solo un asso nel passo gara ma di avere anche un ottimo piede in qualifica; dimostrandolo ripetutamente nel corso della stagione. Carlos Sainz ha avuto anche dei problemi alla power unit nel corso delle qualifiche, che non lo ha aiutato ad ottenere il giro sperato (un problema molto simile a quello incontrato in Bahrein).
Leclerc, come da lui ammesso, non è stato capace di massimizzare il pacchetto complessivo, ma è sicuro di ritrovare un auto competitiva in gara.
Qui per un resoconto approfondito della qualifica.

f1

Questa è stata una delle sessioni di qualifica più movimentate e stressanti della mia carriera“, ha rivelato Sainz nel comunicato stampa del team.

“Dopo la procedura di avviamento del motore, la bandiera rossa e il traffico, alla fine il risultato non è stato male, ma sono stato veloce per tutto il weekend e volevo di più. Con così tante cose in corso non sono riuscito a prendere il ritmo giusto e non ho fatto un giro pulito fino all’ultimo tentativo in Q3. Il giro non è stato nemmeno perfetto, ma visto come si è svolta la sessione non posso essere troppo deluso, anche se avrei preferito avere lo stesso feeling con la vettura delle prove libere.

“La gara sarà impegnativa perché con l’aria fresca devi gestire gomme e temperature, ma sarà lo stesso per tutti. Il lato sporco è particolarmente difficile qui in Messico, ma faremo del nostro meglio per massimizzare la nostra posizione di partenza. Ci proveremo e cercheremo di fare tanti punti.

Il suo compagno di squadra, dall’altra parte, ha espresso tutto il suo rammarico per essersi qualificato solo ottavo: “Sono piuttosto deluso. È stato un fine settimana difficile per tutto il tempo, ma buoni progressi dalle sessioni di prove libere alle qualifiche. Purtroppo ho commesso un errore al secondo run in Q3 e ho terminato la sessione senza migliorare il mio giro. So che avevo il potenziale per fare meglio, ma la vita è così.

“L’affidabilità giocherà un ruolo importante, a causa delle condizioni uniche di questa pista, ma sarà lo stesso per tutti”, ha concluso Leclerc.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: