Lewis Hamilton si prende la rivincita su Max Verstappen e Valtteri Bottas nel Gp del Portogallo, e conferma di essere il favorito del mondiale. Prestazione al di sotto delle aspettative per la Ferrari con Charles Leclerc 6° e Carlos Sainz 11°, mvp Fernando Alonso 8° a pochi decimi da Esteban Ocon 7°.

Vediamo analizzando gli stint, quando si è decisa la vittoria il podio e la zona punti del Gp del Portogallo.

 

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-14.png

Nella prima parte di gara, Hamilton che dava la sensazione di essere in difficoltà dopo il sorpasso subìto in partenza da Verstappen appena l’olandese commette un errore e si riprende la seconda posizione si scatena, e supera anche Bottas. Il campione del mondo dal 20 giro con pista libera si scatena e grazie ad una serie di giri veloci sul 1.21 alto-1.22 basso allunga. 

Invece Perez perde il podio in partenza ed è inutile il tentativo della Red Bull di fargli allungare il primo stint. Dietro al messicano Norris approfitta dei problemi con le soft di Sainz e Ocon per superarli e mettere al sicuro il quinto posto. Stessa situazione per Leclerc che a parità di mescola è più lento di Alonso e Ricciardo.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-15.png

Nella seconda parte di gara dopo il pit stop Verstappen supera Bottas e prova ad andare alla caccia di Hamilton, che però anche con le dure è più veloce e non appena l’olandese si avvicina gli risponde facendogli alzare bandiera bianca, Bottas anche con le hard non ha il passo di Hamilton. 

Leclerc con le dure è più veloce di Norris ma non così tanto da riuscire a riprendere l’inglese. Grande stint di Alonso che è il miglior in pista dopo Mercedes e Red Bull con questa mescola, buono anche il passo di Ricciardo per cui crescono i rimpianti per l’eliminazione in Q1. Sainz che per poco al pit stop non era riuscito a passare Norris crolla ed il segnale è allarmante per la Ferrari visto che le prossime gara dove le temperature saranno ancora più alte di Portimao, e che prende più di venti secondi dall’ex compagno di squadra.

 

 

 

 

 

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: