La prima sessione di libere al GP di Las Vegas è durata meno di 10 minuti a causa di un tombino esploso al passaggio di Carlos Sainz. Questo ha causato una bandiera rossa e il rinvio delle FP2. A pagarne la Ferrari: la rossa SF23 di Carlos, subendo un danno di oltre un milione di dollari.

La sfortuna per Sainz non termina però così: lo spagnolo ha infatti ricevuto una penalità di 10 posizioni in griglia, visto che si è ritrovato costretto a sostituire la batteria, distrutta insieme al monoscocca e al motore nell’impatto. Inutile è stato il ricorso presentato dalla Ferrari: la FIA ha comunque decretato che non si poteva fare un eccezione per Sainz, che si ritrova così 10 posizioni indietro.

Data la cancellazione della prima sessione, la seconda è stata posticipata ed allungata: al posto che durare i soliti 60 minuti, i piloti hanno corso per 90 minuti.

Dopo un lungo periodo di incertezza sul quando si sarebbe svolta la seconda sessione, la FIA ha dichiarato che si sarebbe corsa alle 2:30 di mattina, 11:30 in Italia, facendo così finire la sessione alle 4 di mattina.

Ferrari f1 Vasseur
Ferrari f1 Vasseur foto copyright Scuderia Ferrari

Fred Vasseur: “Inaccettabile, abbiamo avuto paura per Carlos”

Il Team Principal della Ferrari, Fred Vasseur, ha dichiarato: “Abbiamo danneggiato completamente la monoscocca, il motore, la batteria. E’ inaccettabile. Abbiamo avuto paura per Carlos, l’impatto è stato duro”.

“È un inizio difficile del weekend, avevamo aspettative alte. Non avevamo capito cosa fosse successo, nemmeno guardando l’on board. E’ stato un danno enorme, e fortuna che Carlos non si è fatto nulla“.

Dobbiamo distinguere l’aspetto sportivo dallo show ha sottolineato il francese. “È stato finora tutto davvero fantastico il contorno, ma questo non deve distogliere l’attenzione dell’aspetto sportivo. Adesso sono ancora sotto choc e molto arrabbiato, è difficile per me parlare. Forse sarebbe meglio su queste piste nuove avere anche altre categorie per provare insieme il circuito”.

Carlos Sainz: “Giornata movimentata, guardo con fiducia a domani”

Nonostante l’incertezza sulla partecipazione di Sainz a questa sessione, lo spagnolo è riuscito comunque a prenderne parte. Carlos è riuscito a svolgere un’ottima sessione di prove libere, posizionandosi secondo solo dietro al suo compagno di squadra Charles Leclerc.

Lo spagnolo, al termine delle due sessioni, ha dichiarato: “È stata una giornata movimentata per noi dopo il problema con il tombino nelle prove libere 1. La squadra però ha fatto un grande lavoro dal momento che ha dovuto ricostruire per intero la mia macchina prima della seconda sessione. Grazie a loro siamo riusciti a completare il programma e quindi un grande ‘bravo’ a tutti i meccanici“.

Sembra che siamo competitivi questo weekend e quindi guardo con fiducia a domani. Ovviamente l’aspetto più negativo è la penalità di dieci posizioni che mi è stata inflitta in vista della gara dopo il problema con il tombino”.

Nell’urto, oltre al resto si è infatti danneggiato anche il pacco batterie e abbiamo dovuto sostituirlo. Onestamente fatico a capire e credo che un’eccezione alla regola sarebbe stata da prendere in considerazione visto quanto era successo, ma dovremo comunque accettare questa situazione”.

Charles Leclerc: “Giornata differente dal solito, sembriamo competitivi”

Il monegasco della Ferrari, dopo essere arrivato primo in entrambe le sessioni, ha dichiarato: “È stata una giornata molto differente dal solito“.

“Con le prove libere 1 concluse dopo appena quattro giri, abbiamo dovuto fare più chilometri possibile nella seconda sessione. Abbiamo avuto a disposizione 90 minuti potendo sfruttare quattro treni di gomme. Il turno è stato produttivo perché siamo riusciti a completare un buon numero di giri e mi sono divertito a guidare su questa pista”.

“Per ora sembra che siamo abbastanza competitivi, ma il weekend è ancora lungo. Abbiamo tempi molto stretti per prepararci per domani, quindi lavoreremo sodo per mantenere questo stato di forma”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto