Carlos Sainz, il pilota della Ferrari che ha subito un incidente spettacolare nelle prove libere del Gran Premio di Las Vegas, dovrà pagare un prezzo salato per la sfortuna. Il pilota spagnolo, infatti, sarà retrocesso di dieci posizioni sulla griglia di partenza della gara di domenica, in quanto la sua squadra ha dovuto cambiare la batteria della sua monoposto. La batteria era stata danneggiata dall’urto con un tombino allentato che si era sollevato mentre Sainz viaggiava a oltre 300 km/h. Un episodio che ha messo a rischio l’incolumità del pilota e che ha scatenato le proteste della Ferrari, che ha chiesto agli steward una deroga alla penalità prevista dal regolamento.

Tuttavia, la richiesta della Scuderia di Maranello è stata respinta, in quanto gli steward hanno ritenuto che non ci fossero motivi validi per non applicare la sanzione.

Così, Carlos Sainz dovrà affrontare una gara in salita, partendo da una posizione svantaggiata rispetto ai suoi avversari. Il team principal della Ferrari, Frederic Vasseur, ha definito “inaccettabile” la situazione e ha chiesto alla FIA di intervenire per evitare che si ripetano episodi simili in futuro.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto